Coldiretti Campania su Imu:
Applicare aliquota minima

13

Facciamo appello al grande senso di responsabilità che i sindaci della Campania hanno più volte manifestato nei confronti dell’agricoltura. L’Imu sui terreni agricoli può essere applicata Facciamo appello al grande senso di responsabilità che i sindaci della Campania hanno più volte manifestato nei confronti dell’agricoltura. L’Imu sui terreni agricoli può essere applicata con l’aliquota minima pari al 4,6 per mille per quanto riguarda i terreni coltivati da imprese agricole”. Così Gennarino Masiello, presidente di Coldiretti Campania e vicepresidente nazionale, rilancia la battaglia che l’organizzazione sta portando avanti con il governo attraverso il presidente Roberto Moncalvo dopo l’impegno assunto dal premier Renzi di intervenire sull’Imu sui terreni agricoli nella prospettiva di esentare le imprese agricole professionali, come chiesto dall’organizzazione di categoria. In merito agli interventi previsti nel Def e nel Piano nazionale riforme, il direttore regionale di Coldiretti Campania, Simone Ciampoli, ricorda di aver raggiunto alcuni buoni risultati. “Una novità sostanziale è l’introduzione della detrazione di 200 euro nel 2015 nei Comuni riclassificati come non montani, e quindi soggetti alla nuova Imu. Inoltre, nei territori parzialmente montani resta l’esenzione per i coltivatori diretti e per gli imprenditori agricoli professionali“. La richiesta di Coldiretti al Governo e alle amministrazioni locali è di “distinguere e agevolare chi utilizza i terreni agricoli per lavorare e produrre da chi ne fa attività di svago. In tal senso Coldiretti chiede ai Comuni di utilizzare l’aliquota più bassa, il 4,6 per mille“.