ColleghiAmoGenova, con carpooling 5mila auto in meno

8

Roma, 3 ott. (AdnKronos) – Oltre 2.500 viaggi condivisi in meno di un mese e 5.000 auto lasciate a casa e tolte dalle strade del capoluogo ligure: questi i primi risultati di ColleghiAmoGenova, il progetto lanciato a inizio settembre 2018 da Jojob, operatore di carpooling aziendale in Italia, con lo scopo di facilitare la viabilità di Genova, ridurre il traffico cittadino e ricollegare le aree industriali più difficili da raggiungere in seguito alle conseguenze del crollo del Ponte Morandi.

I numeri, presentati da Jojob in occasione del Salone della Csr a Milano, mostrano che tra Genova e Provincia sono più di 1.500 gli iscritti al servizio di carpooling aziendale: con l’iniziativa ColleghiAmoGenova, per cui tutti gli abitanti che utilizzano il proprio mezzo per raggiungere il posto di lavoro possono condividere l’auto con chi ha difficoltà ad attraversare la città per recarsi al lavoro, il numero è aumentato del 20% nell’ultimo mese, con una prevalenza di donne tra i nuovi iscritti, che si attestano al 60%, e il restante 40% rappresentato da uomini.

Per quanto riguarda gli equipaggi, se in media in Italia viaggiano a bordo della stessa auto 2,32 persone, a Genova il dato è nettamente più alto, con una media di 2,94 persone ad equipaggio, che segnala un’ottima propensione a condividere l’auto da parte dei genovesi.

In media cittadini e lavoratori liguri percorrono in carpooling tragitti casa-lavoro di 15-35 km. La rotta più battuta è Savona-Genova, seguita da Sestri Levante-Genova, Ovada-Genova, Novi Ligure-Genova.

Con ‘ColleghiAmoGenova’, Jojob ha risposto all’appello del Comune di Genova per individuare soluzioni che alleggeriscano la viabilità del capoluogo, mettendo gratuitamente a disposizione della città il servizio di carpooling aziendale per facilitare gli spostamenti nella tratta casa-lavoro.

Per attivare il servizio è sufficiente scaricare l’app ‘Jojob Carpooling’ su smartphone o registrarsi su www.jojob.it/colleghiamogenova, inserire i codici dell’area in cui si trova l’azienda per cui si lavora o il Cap di destinazione, pubblicare il proprio tragitto casa-lavoro e individuare passeggeri o autisti con cui condividere la tratta.

“I genovesi hanno risposto positivamente alla proposta di condividere l’auto sulla piattaforma, considerando inoltre che più di 50 aziende hanno richiesto codici dedicati da comunicare ai propri dipendenti, per dare loro la possibilità di raggiungere insieme il luogo di lavoro, dimostrando allo stesso tempo interesse verso soluzioni innovative che facilitano la mobilità di un’intera città”, spiega Gerard Albertengo, founder di Jojob.

La tendenza positiva all’utilizzo del carpooling aziendale è stata registrata anche da Ansaldo Energia, azienda che da gennaio ha aderito al servizio offerto da Jojob e interessata da vicino dal crollo del Ponte: tra fine agosto e settembre il numero di dipendenti iscritti al portale per la condivisione dell’auto è cresciuto del 12% e i viaggi certificati da luglio a settembre sono aumentati del 28%. L’Istituto Italiano di Tecnologia, istituto di ricerca genovese, segnala invece una crescita degli iscritti del 17% e un +70% di viaggi certificati.