Colombia, a Bogotà un master in Oncologia made in Campania

27

E’ stato siglato questa mattina all’Istituto nazionale tumori, Fondazione Pascale, un accordo tra l’Istituto dei tumori, l’Università di Salerno, la Federico II, la Vanvitelli di Napoli e la Fucs di Bogotà per un master internazionale in Oncologia. Il master avrà durata di due anni e gli studenti colombiani si alterneranno in gruppi semestrali frequentando nelle 4 strutture campane corsi on robotica, biologia molecolare, genomica e farmacogenomica. Grande soddisfazione ha espresso il direttore generale del Pascale, Attilio Bianchi: “Il processo di internazionalizzazione del Pascale continua, e il master internazionale rappresenta una tappa fondamentale”. Il rettore della Fucs, Sergio Parra ha aggiunto: “Questo accordo rappresenta una grande opportunità per il nostro Paese e per la nostra Università, non solo per la parte accademica ma anche per quella assistenziale. Sicuramente siamo molto interessati al lavoro in rete sviluppato dalla Regione Campania, vera rivoluzione per la cura della patologia oncologica”. A nome delle tre scuole di Medicina, Luigi Califano ha aggiunto: “Le scuole di Medicina di Salerno e delle due Università di Napoli hanno aderito con entusiasmo a questa iniziativa voluta dal direttore Bianchi. La sinergia con la Colombia costituisce un’opportunità nell’ottica dell’internazionalizzazione e degli scambi culturali”.