Comdata, doccia fredda per i dipendenti campani: in arrivo 170 licenziamenti

119
Lavoratori in sciopero (Foto Slc Cgil)
“L’incontro di ieri (lunedì 18 novembre, nda) al ministero del Lavoro con Cgil, Cisl e Uil non ha prodotto i risultati sperati: purtroppo, così come avevamo denunciato nelle scorse settimane, il cambio di appalto dell’Inps, vinto da Comdata, ha prodotto nella realtà della Campania 170 licenziamenti. In questa vertenza drammatica sono al fianco di sindacati e lavoratori”. A dichiararlo il consigliere regionale Gianluca Daniele, che prosegue: “Credo che rappresenti una sconfitta per le istituzioni locali e per il Governo il fatto che, non solo 170 lavoratori tra Almaviva e Covisiant rischiano di perdere il posto di lavoro ma, così come denunciato da me nei giorni scorsi, risultano disattese le clausole sociali per quanto concerne diritti fondamentali e non viene rispettato il principio della territorialità, trasferendo di forza centinaia di lavoratori nella provincia di Caserta. Per questi motivi – prosegue il consigliere – ho presentato in Consiglio regionale, insieme ai colleghi Antonella Ciaramella e Giovanni Chianese, una mozione sul caso, chiedendo l’intervento della Giunta Regionale, che ho investito della questione, per impedire questa ulteriore ferita inferta a centinaia di lavoratori che in questi anni sono già stati colpiti duramente dalla crisi economica. Nei prossimi giorni, – conclude Daniele – insieme ai colleghi, ci faremo portavoce con il Governo per un incontro con il ministero del Lavoro”.