Comdata, a Lecce sciopero solidarietà per Padova e Pozzuoli

50

Domani nelle ultime due ore del turno, anche le lavoratrici ed i lavoratori di Comdata Lecce si fermeranno per uno sciopero nazionale di solidarietà nei confronti dei colleghi degli stabilimenti di Padova e Pozzuoli. L’azienda ha infatti comunicato all’inizio del mese l’intenzione di chiudere queste due sedi, mettendo in discussione i livelli occupazionali. Contemporaneamente ha anche comunicato l’intenzione di procedere con degli spostamenti di attività da un sito all’altro, svuotando del tutto Padova e Pozzuoli. Fistel-Cisl, Slc-Cgil e Uilcom-Uil respingono le posizioni aziendali, chiedono il mantenimento di tutti i siti produttivi e la difesa del perimetro occupazionale. Se si affermasse questa linea di chiusure di singoli siti – affermano in una nota – le lavoratrici e i lavoratori di Comdata potrebbero pericolosamente e potenzialmente subire lo stesso trattamento su qualunque altro sito e territorio. Difendere i posti di lavoro di Padova e Pozzuoli significa di fatto difendere i posti di lavoro di tutte le lavoratrici e tutti i lavoratori di Comdata. Anche di quelli leccesi. Per questi motivi le segreterie provinciali di Fistel-Cisl, Slc-Cgil e Uilcom-Uil aderiscono allo sciopero di domani.