Comdata, sì al confronto con il Governo

388
In foto Luigi di Maio
Si è svolto il 3 luglio presso la sede del ministero dello Sviluppo Economico l’incontro per la gestione della procedura di licenziamento della multinazionale dei call center Comdata, che interessa le sedi operative di Padova e Pozzuoli (Napoli). Gli esponenti del dicastero presieduto da Luigi Di Maio lanciano un appello all’azienda di ritirare i licenziamenti, rendendosi disponibili a ricercare insieme al Governo e alle organizzazioni sindacali le soluzioni a supporto di questo impegno. L’azienda raccoglie l’appello e si rende disponibile a mettersi al lavoro in maniera intensiva ed in tempi stretti già a partire dalla settimana prossima. “Ritengo positiva la svolta che il tavolo al Mise ha individuato – annuncia Massimo Taglialatela, segretario generale della Uilcom Campania – perché si è aperta una breccia nello scudo che l’azienda Comdata aveva eretto fino ad oggi alla possibilità di individuare soluzioni alternative ai licenziamenti”. È stato estremamente positivo il fatto che all’incontro di oggi erano presenti alcuni parlamentari campani come il deputato Andrea Caso e il senatore Sergio  Vaccaro – prosegue Taglialatela – che insieme alla presenza della Regione Campania, sempre presente nelle nostre vertenze, hanno fatto sentire il peso del territorio al tavolo ministeriale”. La settimana prossima proseguirà il confronto nella sede del Mise.