Come fare trading online in modo professionale

26

Mai come in questo momento storico chiunque ha la possibilità di iniziare a fare trading online in maniera professionale. Al giorno d’oggi infatti, per dedicarsi alle negoziazioni digitali, è sufficiente avere a disposizione una connessione internet a cui collegare un dispositivo a scelta tra pc, laptop, tablet e smartphone. Detto questo, il trading è comunque una materia complessa e, in realtà, i modi per professionalizzarsi sono tendenzialmente due: studiare e fare pratica; e poi aggiornarsi e fare altra pratica, fino a che non si raggiungerà il livello di prestazioni desiderato.

Per fortuna, entrambe le strade possono essere percorse ancora una volta grazie a internet. La rete infatti è piena di portali dedicati al mondo finanziario: si va dai broker con articoli informativi ai corsi e i videocorsi, per non parlare poi dei numerosi portali specializzati. Ad esempio è possibile consultare wiki sul trading online, dove trovare guide e approfondimenti relativi al mondo degli investimenti finanziari così da acquisire tutte le competenze di base per muoversi con consapevolezza nei mercati.

Iniziare a fare trading

Prima ancora di iniziare a fare trading da un punto di vista pratico, è decisamente consigliato partire dalla teoria. Questo vuol dire, ad esempio, capire in maniera chiara quale sia il senso ultimo delle negoziazioni digitali, ovvero come sia possibile aumentare il proprio capitale attraverso la compravendita di beni quali le azioni, le obbligazioni, le materie prime o le criptovalute. Questi beni, in finanza, sono noti col nome di “asset” e, sempre all’interno dei mercati, il loro valore non è quasi mai fisso, ma, al contrario, è variabile o volatile.

Ecco, proprio la volatilità degli asset è uno dei principi che rendono possibile il guadagno grazie alla compravendita: esistono infatti tantissimi fattori che possono portare un qualsiasi asset sia ad aumentare il proprio valore che a deprezzarsi. Dunque, in linea di principio, un trader punta a guadagnare acquistando determinati beni nel momento in cui il loro prezzo è inferiore rispetto alla media del mercato e, al tempo stesso, vendendone altri nel momento in cui il loro prezzo è superiore rispetto alla media del mercato. 

Preparare una strategia

Il capoverso precedente lascia intendere quanto un trader debba essere pronto a interpretare il mercato: a captare ogni genere di segnale, in modo tale da capire prima della concorrenza quali beni sono in procinto di crescere e quali invece sono prossimi al calo. C’è però un altro principio base delle negoziazioni digitali, che contraddice quanto scritto sin qui soltanto in apparenza. Un buon investitore infatti deve sapere leggere il momento, ma, al tempo stesso, farebbe bene ad attenersi alla propria strategia. Una strategia è un insieme di mosse pianificate ancora prima di iniziare a investire: un piano di azione in cui si evidenziano gli asset e gli strumenti finanziari più adatti al proprio profilo.

Per preparare una strategia si tiene infatti conto non solo del budget e del livello di esperienza del trader in questione, ma anche dei suoi obiettivi e del tempo a disposizione per provare a raggiungerli. Viene da sé che un trader pronto a investire forti somme di denaro e interessato a guadagnare nel minor tempo possibile, con ogni probabilità delineerà un piano operativo diametralmente opposto rispetto a quello di un investitore con un budget più ridotto e più tempo a disposizione. In entrambi i casi, attenersi alla propria strategia è sicuramente il primo passo verso il successo e la professionalizzazione dal punto di vista finanziario.