Come Guadagnare con “L’Affitto Breve”

59

Con un investimento intelligente, in una zona turistica, puoi raggiungere una rendita fino al 5% sull’investimento iniziale.

Probabilmente non ci crederai, ma attualmente fra affitti tradizionali e affitti brevi non c’è partita!

Il business degli affitti brevi in Italia, negli ultimi anni sta avendo un boom eccezionale, i portali più conosciuti come Airbnb, Tripadvisor e all’estero HomeAway e Halldis sono totalmente sommersi di richieste.

Questo business se sfruttato in modo intelligente, promette un rendimento molto superiore all’affitto tradizionale.

Ma cosa intendiamo con il termine affitto breve?

Semplice, una locazione che può andare da un minimo di 3 notti al massimo di un anno, e spesso molti proprietari lo preferiscono all’affitto tradizionale per 2 motivi:

  • Mantenere la disponibilità dell’immobile nel breve periodo

  • Non legarsi ad un solo inquilino per molto tempo

Questo mercato è in forte crescita tanto che solo in Italia, Airbnb ha collezionato oltre 3 milioni di turisti nel 2015, ed il trend è in crescita costante nei primi mesi del 2016.

Sono numeri che ci fanno riflettere, ma proviamo a fare 2 calcoli:

Quanto puoi richiedere per un affitto giornaliero?

Dipende dalla città a dalla stagione:

  • Città molto turistiche come Roma, Firenze, Milano, Napoli hanno tante richieste e di conseguenza sono più appetibili

  • Il periodo è altrettanto importante e definisce in modo determinante il prezzo che puoi richiedere

Voglio farti un breve esempio:

In zona semicentrale a Milano puoi acquistare un bilocale con circa 150.000 euro, se poi mettiamo in conto alcune spese di rinnovamento e abbellimento, assolutamente essenziali per rendere l’ambiente più vivibile e piacevole, come ti ho parlato in questo articolo sull’importanza dell’Home Staging, puoi arrivare a circa 165.000 di spesa totale.

Adesso possiamo fare una stima orientativa del tuo guadagno annuale.

Se teniamo conto di affittare l’appartamento mediamente 2 settimane al mese, al prezzo di 100 euro a notte, avremo 16.800 euro di ricavi con un rendimento netto del 5%.

Arrivare a questo traguardo non è semplice, molto dipende da quanto sei disposto ad investire, dalla zona dove acquisti e dalla stagionalità.

Ecco 10 suggerimenti che sento di darti per aprire una tua attività nel mondo degli affitti brevi:

  1. Hai bisogno di aprire la partita iva

  2. Richiedi sempre le giuste licenze, in questo caso di attività ricettiva non alberghiera, come Affittacamere nel caso in cui non si possiedono più di 12 posti letto, Bed&Breakfast se oltre alla camera offri anche la prima colazione, Appartamenti per vacanze per tre appartamenti nello stesso comune

  3. Proteggi il tuo business con le giuste assicurazioni, principalmente incendio e responsabilità civile

  4. Studia tutte le regolamentazioni

  5. Individua il tuo target di riferimento

  6. Presenta al meglio il tuo immobile

  7. Fissa sempre le tariffe

  8. Differenziati dalla concorrenza con servizi di qualità

  9. Organizza le pulizie

  10. Investi nel web per promuovere la tua attività

In questo articolo ho voluto darti qualche consiglio sul business degli affitti brevi e come ottenere il massimo rendimento da questo “mercato”, spero possa esserti stato utile.

Buona Vita