Come investire in azioni in Italia: le migliori piattaforme e primo investimento

125
(foto da Pixabay)

Muoversi nel mercato azionario in Italia non è semplice. Si tratta di un processo che richiede tempo, pratica, esperienza. Per un approccio consapevole, è utile conoscere la strategia degli investitori più esperti, così da realizzare operazioni più sicure. Inoltre, è importante anche definire un processo in base agli obiettivi personali e alle caratteristiche che si possiedono. Detto questo, segue ora un breve approfondimento su come investire in azioni in Italia, con suggerimenti utili sulle migliori piattaforme italiane per fare trading.

Come investire in azioni in Italia: le migliori piattaforme

Le migliori piattaforme per iniziare a investire in azioni sono Capital.com, eToro, Libertex, XTB Online Trading e Freedom Finance. Le due più conosciute sono Capital.com ed eToro: entrambe hanno dei punti di forza chiari, che rendono più semplice la scelta da parte di chi vuole entrare nel mondo del trading. Ad esempio, Capital.com dispone di una piattaforma basata sull’intelligenza artificiale e di un’app formativa, grazie alla quale è possibile apprendere nozioni utili su come muoversi se questi sono i primi passi nel settore della finanza. La piattaforma eToro punta invece sull’assenza di commissioni per trading di azioni e EFT, l’acquisto reale di criptovalute, il conto demo da 100mila dollari e il copy trading. Per la varietà dei prodotti su cui è possibile investire, eToro si presenta come una piattaforma completa: dalle obbligazioni ai CFD, dalle criptovalute agli EFT, dai fondi alle azioni, oltre ai piani di risparmio, senza contare gli innumerevoli metodi di pagamento disponibili.

Come investire in azioni in Italia: come scegliere un broker sicuro
Uno dei rischi principali quando si investe in azioni è di essere truffati. Può succedere, infatti, che non appena si effettua un deposito su conti online, sia poi impossibile recuperare il denaro investito. Altre piattaforme, invece, non presentano piani tariffari trasparenti, di conseguenza non ci si deve meravigliare se i soldi investiti in precedenza finiscano per essere erosi da commissioni fuori mercato o da costi non precisati durante la registrazione dell’account. Per questo motivo è fondamentale scegliere un broker sicuro. Il consiglio è di affidarsi esclusivamente a un broker che rientra nella lista delle piattaforme certificate dalle autorità di controllo nazionali: si tratta della principale garanzia sulle tutele e sulla trasparenza dei costi che ogni broker serio è chiamato a offrire agli investitori. Ad esempio, qui in Italia è possibile consultare la lista dei broker più affidabili direttamente tramite la lista aggiornata della Consob.

Come investire in azioni in Italia: il primo investimento
Una volta scelto il broker o la piattaforma di trading a cui affidarsi, arriva il momento di effettuare il primo investimento. Due le strade che si possono percorrere: da una parte l’acquisto di azioni reali, dall’altra gli acquisti indiretti con i CFD. La prima tipologia di investimento è alla portata di chi possiede grandi capitali da poter investire ed è interessato a una strategia basata su obiettivi a lungo termine. Al contrario, per investire tramite il trading CFD sono sufficienti anche piccole somme di denaro e si deve pensare principalmente per obiettivi di breve termine. Gli investitori più esperti possono poi decidere di investire attraverso entrambe le modalità appena descritte, in modo da diversificare così il portafoglio di azioni e trarre un notevole beneficio da quelli che sono i movimenti caratteristici dei mercati azionari.

Questo articolo è stato pubblicato da Purolink, se volete articoli come questo sul vostro blog contattateci.