Commercialisti, a Napoli accordo con l’Inps per nuove agevolazioni previdenziali

81
in foto Roberto Bafundi, direttore del coordinamento metropolitano dell'Inps di Napoli

Vogliamo offrire la possibilità a tutti di accedere ai tanti benefici messi in campo dal Governo attraverso la Legge di Stabilità 2018 che spesso sono poco conosciuti da cittadini e imprenditori. Ci sono tante agevolazioni nazionali che si cumulano a quelle messe in campo anche dalla Regione che devono essere portate a conoscenza dei potenziali fruitori per incrementare l’occupazione. Il protocollo d’intesa siglato con i dottori commercialisti e gli esperti contabili consentirà di ‘fare rete’ per offrire in tempo reale la conoscenza di questi nuovi strumenti a tutti i beneficiari anche attraverso la realizzazione di tavoli tecnico-operativi sulle singole misure. Un’attivita’ che vuole rappresentare un presidio di legalita’ contro tutti coloro che si improvvisano tecnici senza avere titoli e capacita’”. Lo ha detto Roberto Bafundi, direttore del coordinamento metropolitano dell’Inps di Napoli, annunciando l’accordo di collaborazione per la gestione dei rapporti tra le sedi dell’Istituto previdenziale dell’area metropolitana di Napoli e gli Ordini dei dottori commercialisti e degli esperti contabili della provincia di Napoli (Odcec Napoli, Napoli Nord, Nola e Torre Annunziata). Il documento mira, tra le altre cose, allo sviluppo di canali di comunicazione innovativi e sperimentali allo scopo di rendere piu’ agevoli le relazioni tra gli Enti, con progressivo passaggio verso un sistema di customer care che veda l’esclusività della gestione per appuntamento dell’utenza specializzata, lo sviluppo della metodologia telematica, la regolarizzazione delle posizioni aziendali e la velocizzazione della valutazione e dell’istruttoria delle domande di ricorso agli ammortizzatori sociali. Gli enti hanno inoltre concordato la necessità di prevedere iniziative di formazione che consentano lo scambio reciproco di informazioni e conoscenza su prassi e procedure, oltre all’istituzione di un apposito tavolo tecnico.