Commercio, centri storici a rischio desertificazione: negozi giù del 17% in 7 anni

24

I centri storici delle citta’ di medie dimensioni “sono a rischio desertificazione” per quanto riguarda la presenza di negozi tradizionali. E’ quanto emerge da un’analisi di Confcommercio insieme a Unioncamere-SiCamera sulla “demografia d’impresa nei centri storici italiani” secondo cui tra il 2008 e il 2015 c’e’ stato un crollo del 16,7% con 3.240 negozi in meno. Dalla ricerca, che ha censito 39 comuni italiani con 7 milioni di abitanti, risulta che la citta’ piu’ colpita dal fenomeno della desertificazione e’ Trieste: -25,2%, seguita da Perugia (-22,9%) e Potenza (-21,8%). Contemporaneamente pero’ nello stesso periodo si e’ vista una crescita del comparto turistico ricettivo nei centri storici con l’apertura di alberghi, bar e ristoranti: +9,8%. L’ aumento degli affitti e’ tra le principali cause per la chiusura dei negozi tradizionali, spiega Confcommercio.