Commercio, a Napoli corteo di ambulanti contro la direttiva Bolkestein

36
in foto Enzo Grillo responsabile Unioncap

Pronti a proteste quotidiane contro la direttiva Bolkestein: gli ambulanti hanno sfilato in corteo, a Napoli, contro la norma che, dicono, “ci taglia gambe”. Il corteo, partito da Porta Capuana, ha attraversato Corso Umberto I, la destinazione finale e la prefettura, in Piazza del plebiscito. I manifestanti hanno intonato cori contro la direttiva e contro il governo. “Chiediamo che il governo accolga la nostra richiesta – dice Enzo Grillo, responsabile Unioncap per il commercio su aree pubbliche pubbliche degli ambulanti di Napoli e provincia – e cioè che la nostra categoria di commercianti ambulanti sia stralciata dalla direttiva”. A partire da gennaio prossimo, lamentano, “sono a rischio le nostre concessioni”, perché, l’entrata in vigore della Bolkestein “porterà alla cancellazione totale di quello che abbiamo”. Solo in Campania, fa sapere Grillo, “sono oltre 5mila i commercianti ambulanti”. Ad aprire il corteo uno striscione con la scritta “inno Ball che Stein”. In molti indossavano una T-shirt con la stessa scritta.