Commercio, niente ripresa: a Napoli saldi invernali giù del 10% rispetto al 2018

43

Niente ripresa dei consumi con i saldi invernali a Napoli, anzi: “L’impressione è che la tendenza sia quella già evidenziata nel primo periodo della stagione autunno-inverno, e cioè di un 10% rispetto all’anno scorso”. A spiegarlo all’Adnkronos è Pasquale Russo, direttore generale di Confcommercio Napoli e Campania. “Avevamo previsto una riduzione dei consumi generalizzati prima delle vacanze natalizie – dichiara Russo – ma pensavamo di recuperare un po’ con i saldi. Al momento però non ci pare che ci sia stato alcun recupero”. La riduzione a cui fa riferimento il dg di Confcommercio Napoli è “quella generalizzata, che colpisce anche la nostra regione, e che è dovuta soprattutto al fatto che cominciamo a registrare un calo della fiducia da parte dei consumatori. L’indice di fiducia che registriamo come Confcommercio è già da qualche mese in calo”. A questo va ad aggiungersi “un elemento che si sta storicizzando, e cioè che stanno cambiando le abitudini di consumo degli italiani e quindi le loro intenzioni di spesa, sempre meno rivolte al consumo dell’abbigliamento, delle calzature, l’elettronica anche se ancora regge. Le intenzioni di spesa degli italiani si stanno indirizzando verso un’altra tipologia di acquisti, che sono i viaggi e il benessere in generale”.
Da non sottovalutare inoltre la disaffezione crescente dei consumatori nei confronti dei saldi tradizionali: “Anche l’approccio ai saldi sta sicuramente cambiando – spiega Russo – e infatti non vediamo più le file davanti ai negozi, questo è un fenomeno che non esiste più”. Per avere dei dati più precisi, sottolinea il dg di Confcommercio Napoli, “dovremo aspettare ancora un po’, probabilmente a fine mese. Per ora siamo ancora alle impressioni, anche se l’orientamento e la tendenza di questa stagione di saldi invernali si possono già cogliere”, conclude.