Commercio: vendita diretta non conosce crisi, trainano benessere e bellezza

12

Roma, 9 lug. (Labitalia) – La vendita diretta è un settore che continua a crescere. A confermarlo sono Seldia (The European Direct Selling Association) e Wfdsa (World Federation of Direct Selling Associations), le principali associazioni di direct selling in Europa e nel mondo e delle quali fa parte Avedisco (Associazione vendite dirette servizio consumatori). A livello globale, il settore ha un giro d’affari che sfiora i 190 miliardi di dollari, con un incremento del +1,6 % rispetto al 2016. La classifica mondiale vede attestarsi al primo posto gli Stati Uniti, seguiti da Cina, Corea e Germania, mentre l’Italia si colloca in 12ma posizione. A trainare le vendite sono i prodotti legati al benessere e alla bellezza.

Anche i dati europei sottolineano il continuo incremento delle vendite dirette rispetto al 2016: il settore è cresciuto del +3,5% per un totale di oltre 34 miliardi di euro di fatturato, con l’Italia che si conferma al 4° posto dietro Germania, Francia e Gran Bretagna. Positivi anche i dati relativi al valore occupazionale: Wfdsa rileva la presenza di quasi 117 milioni di incaricati alle vendite, mentre Seldia in Europa ne conta oltre 15 milioni, di cui il 78% è costituito da donne.

La vendita diretta si manifesta come un canale distributivo in controtendenza, che continua a prosperare nonostante il periodo delicato e che offre a moltissime persone un’opportunità di lavoro in grado di gratificare e di dare grandi soddisfazioni professionali. Anche nel nostro Paese i numeri dimostrano la dinamicità di un modello di business moderno e adatto a fronteggiare i cambiamenti in corso nella società: nel 2017 i volumi registrano un aumento del +2,5% per un totale di quasi 2,9 miliardi di euro e una presenza di 561.000 incaricati, +2,7% rispetto al 2016.