Compleanno della Regina Elisabetta: party a Napoli con l’ambasciatrice Morris

160
In foto Jill Morris, ambasciatrice del Regno Unito in Italia

A Villa Doria d’Angri si è svolto l’8 Giugno un party molto esclusivo per festeggiare il compleanno della Regina Elisabetta, presenti l’Ambasciatore del Regno Unito in Italia JIl Morris e il Console Pierfrancesco Valentini. Il 9 giugno 2018 la regina Elisabetta festeggia il suo 92simo compleanno. In realtà la sovrana d’Inghilterra è nata il 21 aprile , ma ogni anno il suo compleanno si tiene il secondo Sabato di Giugno con la storica parata del Trooping the Colour: si tiene in Horse Guards Parade, nei pressi del St. James’s Park e l’evento è noto anche con il nome The Queen’s Birthay Parade, ed e’ trasmesso in diretta dalla Bbc.  Invece nella storica residenza di Posillipo si e’ svolto in party all’insegna dell’amicizia e del desiderio spontaneo di portarla avanti per sempre.
Il Queens Birtday 2018 è una festa dedicata ad Elisabetta II; un momento importante tra Italia e Regno Uniti che si svolge in un periodo storico particolare. Sicuramente un momento favorevole per parlare di aziende e non solo di rapporti diplomatici. Tra le tante dichiarazioni, l’Ambasciatore Morris ha ricordato che “l’Italia  è un partner indispensabile e a maggior ragione abbiamo voluto unire Napoli, Roma e Milano in un convivio senza precedenti. A Napoli con il Console Valentini, abbiamo parlato di opportunità perché condividiamo una storia comune da secoli, e con l’apporto dei settori della tecnologia e dell’innovazione, nonché della Università possiamo dire di stare lavorando assieme , nel rispetto di quei seicentomila italiani che lavorano nel Regno Unito. Io mi sto dando da fare e torno in Italia ogni settimana per incontrare le imprese italiane che vogliono internazionalizzare in Inghilterra per fare investimenti, ma nel contempo lavoriamo strettamente anche con le imprese britanniche che vogliono investire in Italia. Quindi il nostro è un legame che durerà per sempre“.
Il Console Pierfrancesco Valentini ha aggiunto: “ E’ stata una bellissima occasione per riportare a Napoli una festa nazionale e l’abbiamo fatto a Villa Doria che è un luogo incantevole e spesso sede dei nostri incontri, e abbiamo gioito della cosa considerando il supporto delle Università Federico II e Parthenope. Il tutto alla presenza di una serie di attori del settore imprenditoriale ai quali ci rivolgiamo e li supportiamo anche in quei casi di difficoltà , che si possono trovare nel percorso stabilito nelle Joint venture. Quindi legami sono stretti e molto sentiti. Del resto come ha già affermato , l’Ambasciatore Morris viene minimo due volte al mese per coltivare i rapporti con le aziende“.
Anche l’Assessore Clemente ha sottolineato il momento favorevole: “Stiamo festeggiando una amicizia che nasce da lontano, con la consapevolezza che e’ come se esistesse un sipario abile a mettere in scena tante iniziative di sviluppo sul territorio, dando lavoro a molti giovani attraverso una realtà sinergica esistente tra Ambasciate e Consolati. Un esempio di vero orgoglio e il lavoro comune sul riutilizzo dei beni confiscati attraverso una vera e propria rete informatica“.
L’assessore Valeria Fascione ha aggiunto parole di soddisfazione con una puntata sulla situazione della Brexit: “Stiamo assistendo ad un importante flusso di esportazioni in Inghilterra che riguarda soprattutto l’agroalimentare, l’aerospazio, mentre sono raddoppiati i flussi turistici e cresce la collaborazione in ambito scientifico . Tante sono le nostre start up che collaborano con hub  londinesi e quando siamo stati allo Smau la settimana scorsa, ce ne siamo resi conto ancora di più. Per ora la Brexit non è ancora operativa e per ora esiste ancora una certa regolarità delle cose: gli inglesi sono comunque  attenti a tutelare gli interessi di coloro che vivono e lavorano in Inghilterra“. Infine Luigi Carrino: “Già tante missioni e accordi sono avvenute soprattutto per la ricerca e l’innovazione tecnologica. La Brexit può rappresentare un momento di aggregazione voluto da entrambi per rafforzare i legami”.
Nella location intanto troneggiava l’opera dell’artista Lello Esposito: un sole con diamanti che si collega al nostro tesoro di San Gennaro, con la convinzione che l’Inghilterra ce l’abbiamo ormai nel cuore”.