“Composti, ci sono bambini”, bagnino sgrida coppia gay

25

(AdnKronos) – Dopo le case vacanze che preferiscono non ospitare coppie gay, questa volta un bagnino di uno stabilimento balneare avrebbe ripreso due omosessuali perché si stavano abbracciando in pubblico, di fronte a dei bambini.

Su rainarcigaycaserta.it si legge come in un lido di Salerno una coppietta omosessuale, formata da un 17enne e un 18enne, che si trovava in piscina “come tutti gli altri: anziani, famiglie, adolescenti come noi e tantissime coppie eterosessuali”, “come tutte le altre coppie eterosessuali”, raccontano i giovani, si sono abbracciati mentre erano in acqua.

“Ad un certo punto il bagnino si avvicina pacatamente ma ci rimprovera di essere più ‘composti’ – usa questo termine – con la motivazione che lì ci fossero bambini”, sottolineano. A quel punto i due hanno deciso di uscire dalla piscina e il bagnino, “nel vederci allontanare ci viene incontro iniziandoci a dire che si sarebbe rivolto così anche ad una coppia eterosessuale: peccato che lì ce ne fossero decine intente a baciarsi e abbracciarsi e nessuna è stata importunata come è accaduto a noi”.

“Mi sento profondamente sdegnato, perché questo è il terzo caso di omofobia da parte di esercizi del settore turistico, dopo quanto accaduto alla coppia gay che voleva prenotare una camera in Calabria, e si è vista rispondere che non si accettavano gay e animali, e il caso della villa in Salento che affermava la stessa cosa in un annuncio”, dice il presidente di Rain Arcigay Caserta, Bernardo Diana.