Comunali di Napoli, alleanza Pci-M5S: Manfredi verso il no alla candidaura. Rispunta Amendola

58
In foto Palazzo San Giacomo

Si allontana l’ipotesi della candidatura di Gaetano Manfredi alle Comunali di Napoli. L’ex ministro ed ex rettore dell’università Federico II è stato in questi giorni il nome più accreditato per rappresentare l’alleanza di centrosinistra, cementata ieri con l’incontro tra Pd e M5s sul documento programmatico. Dopo i contatti avuti nel fine settimana, tra cui anche quello con il segretario dei Dem Enrico Letta, Manfredi avrebbe chiesto un paio di giorni di riflessione, ma nelle ultime ore, stando a quanto apprende l’AGI, sarebbe maturato un “no” alla candidatura.
Alla base di questa decisione, che potrebbe essere ufficializzata a breve, ci sarebbero anche motivi personali, che vanno oltre le richieste politiche avanzate. Dagli ambienti Pd e M5s le bocche restano rigorosamente cucite. Si punta a guadagnare tempo per trovare un nome alternativo all’ex presidente della Crui. Risalgono, quindi, le quotazioni del presidente della Camera, Roberto Fico, ma ancor più quelle del sottosegretario agli Affari esteri, Enzo Amendola, il cui nome è sempre rimasto in campo. Dopo l’intesa di massima trovata dalle due principali forze della coalizione su Manfredi, ora bisognerà ricostruire un fronte comune su un’altra candidatura, superando anche le possibili resistenze dei deluchiani.