“Comunista inutile”, insulti a Camilleri

33

Roma, 17 lug. (AdnKronos) – Non solo cordoglio. Con , il lato disumano della rete si manifesta in tutto il suo orrore. Sotto gli articoli, i ricordi e le manifestazioni di vicinanza alla famiglia dello scrittore 93enne scomparso oggi, ecco infatti spuntare un’orda di commentatori intenzionati a gridare – pubblicamente e senza remore – tutto il disprezzo per la figura dell’autore. Reo, secondo alcuni, di aver attaccato fin troppe volte il ministro dell’Interno Matteo Salvini. E’ infatti sotto al che in tanti hanno scelto di distinguersi dal generale abbraccio della rete, compreso quello del vicepremier. Come ad esempio Cesare – “Dopo 93 anni di vita da inutile comunista è arrivata la grande mietitrice – o Lory, che al tweet di Salvini replica: “MA PER FAVORE! Via un’altra zecca anacronistica di propaganda! Si respira meglio senza quel tisico kompagno komunista, molto meglio!”.E ancora Mescal – “M’importa ‘na sega di Camilleri #SALVININONMOLLARE” -, o l’utente Polterscheiss, che al tweet risponde con una gif animata sulla “vastità del c…. che me ne frega”. Da Alessandro ecco quindi il monito al Capitano: “Sti ca..i Salvi, ricorda come te ha trattato.. Per certa gente – dice – nn si versano lacrime”. Quindi Mortimer, che assicura: “Camilleri? Il comunista? Non me lo ricorderò…”.

Ma non è certo solo il post di Salvini a raccogliere i commenti avvelenati dedicati alla scomparsa del Maestro. A farne una raccolta, pubblicando nomi e cognomi, sono diverse fan page su Facebook, come ad esempio ‘Abolizione del suffragio universale’. Qui infatti si trovano gli screenshot dei commenti di Marina – “Un pidiota di meno” -, Roberto – “Un voto in meno per il Pd. Rip nel regno dei comunisti ti troverai bene” -, Richard – “E’ sempre un comunista in meno” – Andre – “Ohhhh ma che dispiacere è morto un vecchio tartarugone ritardato” – e Nicola, che taglia corto: “Una mer.. in meno”.

Comparsi in mattinata a centinaia su Twitter e Facebook alla notizia della morte dello scrittore, i commenti carichi di odio e insulti stanno man mano scomparendo dal web e dai commenti ai vari articoli linkati sui social grazie alle tante segnalazioni degli utenti e all’intervento dei moderatori delle pagine.