Concorso nazionale “Articolo 9”, tra i premiati due studenti campani

40


Prendersi cura delle persone, del loro benessere e dell’ambiente in cui vivono, studiare la storia per fare innovazione e guardare con fiducia al futuro, attraverso il contributo della scienza e della tecnologia: sono questi i temi al centro della quinta edizione del Progetto e Concorso Nazionale Articolo 9 della Costituzione che si rivolge agli studenti cittadini partecipi della ricerca scientifica e tecnica. L’iniziativa e’ promossa dal ministero dell’Istruzione, dell’Universita’ e della Ricerca, dalla Fondazione Benetton Studi Ricerche e dal Ministero dei Beni e delle Attivita’ Culturali e del Turismo, con la collaborazione scientifica del Consiglio Nazionale delle Ricerche (Cnr) e in collaborazione con il Senato della Repubblica, la Camera dei deputati, il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, il Ministero della Difesa, il Dipartimento per la formazione superiore. Sono 538 classi, delle medie e delle superiori e, per la prima volta, anche delle scuole primarie, provenienti da tutta Italia e anche dalle scuole italiane all’estero, e 10.666 mila studenti che, durante l’anno scolastico 2016/2017, hanno partecipato a un grande laboratorio collettivo. Con l’obiettivo di restituire in immagini, attraverso il video e la fotografia, idee e buone pratiche, a partire dai due temi del progetto. Le scuole primarie e secondarie di primo grado hanno lavorato per riscoprire e far rivivere storie di scienziati, invenzioni, scoperte scientifiche e luoghi della ricerca, mentre alle scuole secondarie di secondo grado e’ stato affidato il compito di esplorare e scoprire i percorsi della ricerca scientifica e tecnica di oggi. Con il supporto degli insegnanti, hanno prodotto 250 cortometraggi che, dopo il percorso formativo offerto dal progetto, si sono rivelati uno strumento utile non solo alla narrazione ma soprattutto per trasmettere un messaggio comune a un pubblico piu’ ampio, a partire dalla scuola. Le classi vincitrici sono state premiate oggi in una cerimonia che si e’ tenuta a Roma, alla Camera dei Deputati, alla presenza dei rappresentanti istituzionali dei soggetti promotori, dei relatori e della giuria. Al di fuori dell’aula scolastica, documentandosi anche attraverso la visione di film e documentari importanti, gli alunni si sono occupati anche della scelta del soggetto, della location e del casting. Sono quindi andati alla ricerca della storia dei loro concittadini illustri, inventori, astronomi, medici, matematici, filosofi, per raccontare la loro intensa esperienza umana e scientifica, cimentandosi nella riproduzione dei loro esperimenti fisici o immaginando anche di incontrarli, in un fantastico viaggio nel tempo, per porre loro mille domande. Tutte le classi hanno messo a disposizione lo studio, le competenze e le proprie risorse, per ideare e raccontare in video progetti scientifici e applicazioni tecnologiche utili a migliorare la vita delle persone, con attenzione all’accessibilita’ ai sentieri turistici e alle bellezze del territorio, all’alimentazione, fino alla tutela della qualita’ dell’ambiente. Per la sezione video, tra le scuole primarie sono stati premiati i lavori ‘Una luce in fondo al pozzo’ della classe IV A della Scuola primaria paritaria All’avventura con Tizi, di Nola (Napoli), Luca de Samuele Cagnazzi, uno scienziato del passato proiettato nel futuro della classe V D della Scuola primaria San Francesco d’Assisi di Altamura (Bari) e Sulle tracce di Archimede della classe II B della Scuola primaria Pietro Scuderi di Linguaglossa (Catania). Per le classi secondarie di primo grado, primo classificato il video Il Mago della Torre (The Wizard of the Tower) della classe II E della Scuola secondaria di primo grado Pacifico Valussi di Udine, secondo classificato Osa Sapere (Sapere Aude!) delle classi I A, II A, I B, II B, II C dell’Istituto Comprensivo Pietro Leo di Arbus, e terzo classificato Apocalypse net della classe III F della Scuola Secondaria di Primo Grado Carlo Dossi di Leno (Brescia). Tra le scuole secondarie di secondo grado sono stati premiati On the road together – Storia di una joëlette della classe V M dell’IISS Mario Rigoni Stern di Asiago (Vicenza), Perche’ io no? Della classe IV D del Liceo Scientifico Marconi di Foggia e Alla ricerca della qualita’ della classe I F del Liceo linguistico Galanti di Campobasso. Ai cortometraggi sono state assegnate che delle menzioni speciali. Rai Radio 3, media partner del progetto, ha consegnato la menzione speciale al video Voci dall’etere della classe III T del Liceo Scienze Applicate I.T.I.S. Galileo Galilei di Roma. Tre le menzioni da parte del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR) per i migliori contenuti scientifici ai video Occhialini Giuseppe, lo scienziato di Fossombrone della classe III A dell’Istituto Comprensivo Statale Mercantini di Fossombrone (Pesaro Urbino), G.B. Grassi a Fiumicino: la scienza e la passione che hanno sconfitto la malaria della classe III I dell’Istituto Comprensivo Statale Lido del Faro di Fiumicino (Roma) e a Le donne e il progresso scientifico della classe III B dell’IIS Fazzini – Mercantini di Grottammare (Ascoli Piceno). Infine tre le menzione speciali da parte degli studenti del Master in Management-Promozione-Innovazioni Tecnologiche nella Gestione dei Beni Culturali, Universita’ Roma Tre, ai video Sulle tracce di Archimede della classe II B della Scuola primaria Pietro Scuderi di Linguaglossa (Catania), Osa Sapere (Sapere Aude!) delle classi I A, II A, I B, II B, II C dell’ Istituto Comprensivo Pietro Leo di Arbus (Provincia del Medio Campidano e On the road together – Storia di una joëlette della classe V M dell’IISS Mario Rigoni Stern di Asiago (Vicenza). Per quanto riguarda la sezione fotografia, la prima classificata e’ la foto Resource di Gaia Guidarelli dell’IIS Via Silvestri 301, Sezione Liceo Scientifico Malpighi di Roma, la seconda classificata e’ l’immagine Center of Genetic Revolution di Silvana Moretti del Liceo Scientifico di Amatrice e terza classificata la foto Coltano: S.O.S dalla culla della Radio di Lorenzo Dalla Valle della Scuola Secondaria Statale di primo grado L. Russo di Cascina (Pisa). La Giuria ha assegnato una menzione speciale alla foto di Annalisa Potenza Le pietre piu’ antiche della vita stessaa’ del Liceo Classico Quinto Orazio Flacco di Potenza, mentre la foto Le radici dell’identita’ campana di Alessia De Pasquale del Liceo Scientifico Federico Quercia di Marcianise (Caserta) ha ricevuto la menzione speciale dell’Istituto Centrale per la Grafica del MiBact. Tra i progetti didattici proposti dalle scuole primarie, il primo classificato e’ ‘Noi piccoli scienziati’ Galileo Galilei ci racconta dell’Istituto Comprensivo Via Matteotti di Cave (Roma), al secondo posto Una luce in fondo al pozzo della Scuola primaria paritaria All’avventura con Tizi di Nola (Napoli), mentre In viaggio… noi piccoli scienziati dell’IC S. Giovanni Bosco di Volla (Napoli) oltre al terzo posto riceve anche una menzione speciale.