Condono, Lega contro Di Maio: “Tutti sapevano”

17

Roma, 18 ott. (AdnKronos) – Si alimenta di ora in ora lo scontro tra M5S e Lega sul . Il sottosegretario all’Economia della Lega Massimo Garavaglia questa mattina ha sostenuto che il testo era noto a tutti. “E’ evidente, ma tutti lo sapevano”, ha detto rispondendo a chi gli chiedeva se fosse a conoscenza dei provvedimenti sulla pace fiscale contestati dal vicepremier Luigi Di Maio. Anche Di Maio sapeva? “Non lo so, chiedete a lui…”, ha replicato il leghista, incalzato dai cronisti.

Parole quelle del sottosegretario che hanno mandato su tutte le furie i vertici del Movimento, che a breve contano di intervenire pubblicamente per dare l’altolà alla Lega. “L’accordo politico raggiunto martedì a Palazzo Chigi era un altro: nessuno scudo fiscale o non punibilità per gli evasori. Noi non aiutiamo i capitali mafiosi”, il messaggio che filtra dai piani alti del Movimento all’Adnkronos. Il problema, dunque, “diventa politico, non è più questione di ‘manina’ dei tecnici – viene spiegato – per noi un testo così finisce dritto nella pattumiera”.