Confapi, festa per i 70 anni: domani appuntamento a Roma

212

Confapi festeggia i suoi primi 70 anni. La Confederazione che in Italia rappresenta le Piccole e Medie Industrie private ha organizzato un grande evento che si svolgerà venerdì 24 novembre, a partire dalle ore 10, presso la Sala Petrassi dell’Auditorium Parco della Musica a Roma. Centinaia di piccoli e medi imprenditori provenienti da tutto il Paese, rappresentanti delle Istituzioni, politici, sindacalisti ed economisti si incontreranno per ricordare la nascita della Confederazione avvenuta a Milano nel 1947 e, allo stesso tempo, per guardare insieme al futuro. Il titolo della giornata sarà, non a caso, “70 anni di grandi imprese, il sogno del futuro”. I lavori si apriranno con gli interventi del ministro del Lavoro e delle Politiche sociali, Giuliano Poletti, del presidente della Confederazione europea delle Pmi, Mario Ohoven, e del presidente di Confapi, Maurizio Casasco. Seguiranno gli interventi del segretario della Lega, Matteo Salvini, del presidente di FdI, Giorgia Meloni, del senatore Giulio Tremonti, e dei segretari generali di Cgil, Cisl e Uil, Susanna Camusso, Annamaria Furlan e Carmelo Barbagallo. Dopo il contributo del saggista e critico d’arte Vittorio Sgarbi che parlerà della “Cultura come motore di sviluppo”, ci sarà la tavola rotonda “Il sogno del futuro”, moderata da Bruno Vespa, che vedrà confrontarsi economisti e studiosi: Francesco Daveri, Veronica De Romanis, Carlo Ratti e Mario Tozzi.
Il pomeriggio sarà dedicato alla premiazione degli imprenditori e delle aziende del sistema Confapi che si sono particolarmente contraddistinti in questi anni. I lavori si chiuderanno con l’intervento del presidente del Parlamento Europeo, Antonio Tajani.
“Abbiamo ricostruito – sottolinea il Presidente Maurizio Casasco – siamo stati protagonisti del boom economico, abbiamo stretto i denti e affrontato i venti di crisi senza aiuti, siamo rimasti nel nostro Paese credendo nella libertà d’impresa e nella forza del lavoro. Oggi più che mai siamo uniti per affermare i nostri valori”.