Confesercenti Campania: Centri estetici in ginocchio, lunedì 22 in piazza a Napoli

35
in foto Vincenzo Schiavo

Confesercenti Campania scende in piazza per tutelare il settore benessere e parrucchieri, messo in gravissime difficoltà dalla pandemia e dalle continue e recenti chiusure. Lunedì 22 marzo 2021, alle ore 10, a Piazza del Plebiscito, dinanzi alla Prefettura, si terrà in tal senso una manifestazione per accendere i riflettori su quello che sono le difficoltà economiche che stanno vivendo parrucchieri, barbieri, centri estetici, palestre e tutto il mondo del benessere. Saranno presenti, tra gli altri, Vincenzo Schiavo (presidente di Confesercenti Campania), Nicola Diomiaiuta (presidente regionale Immagine e Benessere di Confesercenti) e Giuseppe Esposito (coordinatore provinciale Immagine e Benessere e presidente dell’Associazione “Stamm cà”) e vari esercenti del settore.
“Confesercenti Campania – dice Vincenzo Schiavo – scende al fianco di categorie trascurate dalle Istituzioni nell’emergenza Covid-19. Hanno ricevuto appena 4200 euro circa da Stato (2200 euro) e Regione (2000 euro) in un anno di lockdown. Peraltro si tratta di attività centrifugate dai vari Dpcm che ne hanno disposto aperture e chiusure repentine, con la conseguenza di aumentare e non ripianare le perdite”.
Oltre alla richiesta di sostegni concreti e immediati e di chiarezza sulle riaperture future, Nicola Diomaiuta sottolinea l’importanza sociale e sanitaria degli esercizi: “Chiediamo l’immediata riapertura almeno di quei centri che effettuano servizi necessari, in ambito assonante a quello riabilitativo, per le fasce deboli di popolazione, peraltro in assoluta sicurezza rispetto al “rischio Covid”.