Confesercenti Campania lancia la pizza solidale: aderiscono decine di imprese della ristorazione

76

Confesercenti Campania lancia la Pizza Solidale: domani, sabato 28 novembre, i pizzaioli e i ristoratori di Napoli consegneranno a pranzo 500 pizze alla Mensa della Caritas di Piazza del Carmine per donarle, insieme ad altrettante bevande, ai bisognosi. Un’iniziativa organizzata da Confesercenti Campania, con il presidente Vincenzo Schiavo in testa, in collaborazione con il giornalista Lorenzo Crea e con Padre Francesco Sorrentino, parroco della Basilica santuario del Carmine Maggiore e anima della mensa.
Sarà un pranzo diverso, “solidale”, per tutti coloro che ne hanno bisogno. «E’ un modo per ribadire che i nostri esercenti – sottolinea Vincenzo Schiavo – hanno grande attenzione per il sociale, mai dimenticando i bisognosi. I nostri imprenditori non pensano solo al fatturato e, di questi tempi, ad ottenere quanto prima il “ristoro” dal Governo. Seguendo l’invito di Papa Francesco, che in questi giorni ha chiesto di prestare orecchio alle preghiere dei più poveri, hanno risposto presente e con entusiasmo, tendendo con amore la mano ai disagiati. Cinquecento “pizze solidali” che prepareranno, consegneranno e distribuiranno, insieme ad altrettante bevande, con un sincero slancio di sentimento, nonostante vivano un momento drammatico, con le attività chiuse, i debiti con il fisco e con le banche e con l’incertezza del futuro».
«Durante la pandemia – racconta Padre Francesco Sorrentino – più di 700 bisognosi venivano qui tutte le mattine per avere un piatto caldo. In quel periodo abbiamo mobilitato la macchina della solidarietà che non si è mai fermata»
Domani dunque il pranzo sarà diverso per tutti coloro che ne hanno bisogno.
Tante le aziende e le attività ristorative che hanno aderito, immediatamente e con entusiasmo, a questa iniziativa: dai Ristoranti “i Re di Napoli” e “San Carlo 17” al “Birrificio artigianale napoletano” è ancora “Amodio Latticini”, “Verdure Sol Frutta”, il “Mulino Piantoni” di Brescia alla “Salumeria di Turno” di Varcaturo e “l’Angolo del Caffè”.
Una grande catena umana e solidale che ha raccolto l’appello degli organizzatori per regalare agli “ultimi” un sabato più sereno.