Confesercenti Napoli, Schiavo: A Natale la città avrà le sue luminarie

94

Napoli sarà illuminata a Natale. Lo dichiara Vincenzo Schiavo, presidente Interprovinciale (Napoli, Avellino e Benevento) e interregionale (Campania e Molise) di Confesercenti. Oggi pomeriggio Schiavo ha tenuto un vertice con l’assessore al patrimonio e alla pubblica illuminazione del Comune di Napoli, Ciro Borriello, per scongiurare un Natale “al buio” nella più grande città del Mezzogiorno. L’opera politica e di rappresentanza (a nome di migliaia di esercenti e imprenditori napoletani) di Vincenzo Schiavo ha avuto i suoi effetti, grazie all’impegno del Comune che delibererà per garantire l’illuminazione nel periodo natalizio in gran parte della città, con particolare attenzione al centro storico, alle zone turistiche e alle vie dello shopping partenopeo. «Ci saranno le luminarie, e saranno eleganti, sobrie ma efficaci, nei punti cruciali della città  – dichiara Schiavo –, e a nome degli imprenditori devo ringraziare il Comune, il sindaco Luigi de Magistris e l’assessore Ciro Borriello e tutti coloro che hanno collaborato in questo senso, per aver colto l’importanza della questione e per aver trovato la soluzione. Una Napoli illuminata nel periodo natalizio andrà a beneficio dei cittadini, delle migliaia di turisti che affollano la città e dei commercianti. Le imprese hanno bisogno di fare economia nel periodo della vacanze di fine anno. Una città “spenta” a Natale rende meno propensi i consumatori a spendere e a far girare l’economia». Saranno dunque illuminati non solo i “centro commerciali naturali” certificati ma anche le zone di Chiaia, del centro storico, di via Toledo, di Piazza Garibaldi, di Piazza Vittoria, corso Umberto, via Duomo, Vomero e tutte le zone legate allo shopping e al turismo. «Come Confesercenti , inoltre – aggiunge Schiavo –, stimoleremo le associazioni di categoria in modo che possano dare il loro contributo. Le vie dell’eleganza Filangieri, de’ Mille, Calabritto, per esempio, sicuramente  proporranno al Comune la possibilità di abbellire ulteriormente le strade in modo da cooperare in modo pratico con l’amministrazione, a vantaggio della città».