Confidi, un piano per aiutare 10mila Pmi

41

Investimenti per 2 miliardi di euro e sostegno diretto a 10mila aziende campane. È quanto assicura il coordinamento regionale dei Confidi alla Regione Investimenti per 2 miliardi di euro e sostegno diretto a 10mila aziende campane. È quanto assicura il coordinamento regionale dei Confidi alla Regione nel caso in cui Palazzo Santa Lucia dovesse accettare di far gestire alla rete costituita da queste società i fondi per le agevolazioni alle Pmi. L’operazione a cui i Cofidi campani mirano è incentrata sulla delibera numero 378 del 2013, che assegna fondi per 84 milioni e 800mila euro al comparto delle piccole aziende regionali, con lo scopo di favorirne lo sviluppo. “Allo stato attuale delle cose – fanno sapere dal coordinamento dei Confidi – i beneficiari sono soltanto 334 mentre se questi fondi venissero gestiti dalla nostra rete si potrebbe avere una ricaduta superiore ai 2 miliardi di euro e una platea di destinatari dei fondi pari ad almeno 10mila imprese”. Non è tutto, perchè da qualche tempo i Confidi della Campania chiedono alla Regione delle misure specifiche per avere ancora maggiore spazio di manovra. A quale titolo? “Siamo gli unici soggetti che continuano a svolgere l’indispensabile ruolo di garanti delle aziende presso il sistema bancario”, precisano i membri del coordinamento. Il ruolo di interlocutore privilegiato, nei confronti della Regione, “deriva dal fatto – è il pensiero comune del coordinamento – che in Campania il 90 per cento delle garanzie è rilasciato dalle nostre organizzazioni”. I Confidi della Campania stimano che in virtù dell’opera svolta in questi anni circa 20mila aziende del territorio hanno evitato la chiusura. Per loro, infatti, sarebbe stato impossibile, senza questo sistema, ottenere credito e sopravvivere alla crisi.