Confindustria Avellino, 33 milioni per la sicurezza sul lavoro: ecco come accedere ai finanziamenti

55

Per migliorare la sicurezza nei luoghi di lavoro, ridurre il rischio di infortuni ed assicurare condizioni di lavoro adeguate, le imprese di tutte le dimensioni e settori possono accedere ai finanziamenti specifici messi a disposizione dal Bando Isi Inail 2018.
La possibilità di farsi finanziare i propri programmi di miglioramento in tema di sicurezza costituisce una grande opportunità per le aziende, per questo Confindustria Avellino, in collaborazione con Inail, Ordine dei Dottori Commercialisti e Ordine dei Consulenti del Lavoro, ha promosso un incontro di approfondimento sui vari assi di finanziamento e sulle procedure previste dal Bando Isi Inail 2018, che si è tenuto nella mattinata di lunedì 15 aprile presso la propria sede.
Ai saluti istituzionali di Andrea Giorgio, presidente di Piccola Industria di Confindustria Avellino hanno fatto seguito gli interventi di Grazia Memmolo, direttore dell’Inail Avellino, Francesco Acampora, presidente del Comitato Consultivo Provinciale Inail, Francesco Tedesco, presidente dell’Ordine dei Dottori Commercialisti di Avellino e Carlo Cardinale, presidente dei Consulenti del Lavoro.
L’approfondimento degli aspetti più tecnici del Bando, l’illustrazione delle procedure e delle modalità di presentazione dei progetti sono state affidate a Sonia Marzullo funzionario della sede Inail di Avellino ed Ernesto Russo, esperto del Contarp Inail Campania.
A breve si aprirà l’accesso alla procedura informatica per la compilazione della domanda, e successivamente sarà comunicato il click day per la relativa trasmissione.
Confindustria Avellino, tramite la propria società di servizi, è in grado di accompagnare ed assistere le imprese nella redazione e trasmissione delle istanze per accedere ai finanziamenti previsti dal Bando Isi Inail 2018, con l’obiettivo di favorire la crescita e la diffusione della cultura della sicurezza.
Nell’ambito della ripartizione regionale, le risorse che il Bando mette a disposizione per la sola Regione Campania ammontano ad oltre 33 milioni di euro, di cui una parte specifica è destinata alle piccole aziende del settore tessile e lavorazione pelli, nonché alle aziende agricole.