Confindustria Avellino, il BIM come nuovo obbligo normativo: esperti riuniti a Bagnoli Irpino

133

Si è tenuto il 16 luglio scorso, presso la sede di ACCA software a Bagnoli Irpino (AV), un importante incontro che ha riunito tutti i rappresentanti del settore delle costruzioni: tecnici, università, imprese, ordini professionali, rappresentanti delle pubbliche amministrazioni locali e statali. Il Convegno ha presentato i vantaggi nell’adozione del Building Information Modeling (acronimo: BIM, in italiano: Modellizzazione delle Informazioni di Costruzione) che indica un metodo per l’ottimizzazione della pianificazione, realizzazione e gestione di costruzioni tramite aiuto di un software.

L’evento ha registrato una notevole affluenza di partecipanti, registrando oltre 600 presenze.

Grande è stato l’interesse dimostrato sia dai tecnici che hanno seguito la conferenza sia dei rappresentanti della Pubblica Amministrazione. Anche il mondo accademico è impegnato nella ricerca sul BIM (Building Information Model), visti i numerosi campi di applicazione e le enormi potenzialità del BIM.

Hanno aperto il convegno, con saluti ed interventi introduttivi Giuseppe Bruno, Presidente di Confindustria Avellino e il Governatore della Regione Campania Vincenzo de Luca, nonché i rappresentanti degli ordini professionali.

Il Presidente Bruno ha sottolineato quanto sia importante il processo di digitalizzazione delle costruzioni e dei potenziali vantaggi che ne derivano. Ha proposto una serie di interessanti sollecitazioni nei confronti dell’azienda organizzatrice (ACCA), con richiesta di collaborazione su vari fronti.

Il Governatore della Campania ha ribadito i vantaggi che derivano dall’adozione del BIM nei processi della pubblica amministrazione. Svecchiamento, snellimento delle procedure, sburocratizzazione, miglioramento delle performance: queste le parole chiave che possono consentire una crescita reale per le PA e più in generale per la Regione Campania.

Durante l’evento Antoni Cianciulli, Dirigente di ACCA software S.p.A. e Presidente della Sezione Informatica di Confindustria Avellino, ha presentato l’esperienza del Genio Civile di Avellino, il primo Genio Civile BIM d’Italia che ha sviluppato la sperimentazione di E-Permit BIM per il rilascio digitale e automatizzato dell’autorizzazione sismica.

ACCA software ha sviluppato, in collaborazione con l’università di Napoli e del Genio Civile di Avellino, un progetto di ricerca che prevede la digitalizzazione di tutta la procedura con conseguenti vantaggi in termini di: presentazione della richiesta di autorizzazione sismica da parte del soggetto richiedente; verifiche tecniche da parte del Genio Civile.

Stiamo parlando dell’ E-Permit BIM, che consentirà di consegnare un file al Genio Civile, che potrà effettuare tutte le verifiche in maniera assistita, con un incremento di produttività, di sicurezza e una forte riduzione dei tempi per il rilascio delle autorizzazioni.

Nel workshop pomeridiano è stata illustrata la prima esperienza di adozione del BIM in un appalto pubblico in Irpinia: la scuola media del Comune di Montemarano (AV). Durante l’evento i partecipanti hanno potuto provare in prima persona l’uso della realtà virtuale immersiva integrata con il BIM.