Confindustria Benevento, secondo incontro con i parlamentari: fari puntati sullo sviluppo del territorio

18

Confindustria Benevento ha incontrato ieri la seconda delegazione di parlamentari con l’obiettivo di rappresentare le principali esigenze del territorio. “Ringraziamo per aver accolto l’invito l’onorevole Umberto del Basso De Caro e il senatore Sandra Lonardo” dice Filippo Liverini Presidente di Confindustria Benevento. “Dopo il progetto di Insieme sui territori, ritorna il progetto di Insieme per lo sviluppo. Oggi è il secondo incontro con il quale avviamo un percorso che vuole lanciare un nuovo metodo di lavoro, volto a creare coesione tra la classe dirigente locale su obiettivi strategici condivisi.
Si tratta di una strada obbligata se vogliamo preservare il territorio e rilanciarne lo sviluppo perché dobbiamo fare i conti con una situazione generale di partenza non facile e con un territorio troppo piccolo per essere ascoltato nelle sedi decisionali, soprattutto se arriva con voci discordanti“.
“Ho accolto con entusiasmo l’invito di Confindustria Benevento – ha sostenuto la senatrice Sandra Lonardo – in quanto credo che solo lavorando in maniera sinergica sia realmente possibile salvaguardare il territorio e produrre ricchezza e benessere per la collettività. Siamo pronti ad accogliere le istanze provenienti al sistema della imprese allo scopo di fornire risposte e formulare proposte congiunte. Credo che in questa particolare fase climatica in cui versa il nostro Pese, sia interessante immaginare e proporre un piano di manutenzione delle strutture e delle infrastrutture locali e soprattutto un piano di prevenzione del dissesto idrogeologico che potrebbero certamente preservare il territorio e creare nel contempo una ricaduta economica ed occupazionale”.
“Lavoreremo per portare vanti giuste battaglie per tutelare gli interessi del territorio – ha sostenuto l’onorevole del Basso de Caro – È nostro dovere preservare le risorse destinate al territorio e metteremo in campo tutta l’esperienza e le capacità in nostro possesso per evitare che vadano sprecate. Per la Fortorina si prevede l’aggiudicazione dei lavori prima di natale mentre per la Telese-Caianello entro dicembre è prevista la pubblicazione del bando di prequalificazione. In qualità di forze politiche di opposizione vigileremo affinchè gli sforzi profusi finora non vengano vanificati”
Con questo obiettivo Confindustria Benevento sostiene la necessità di muoversi all’unisono per portare avanti alcune priorità.
“La prima e più importante – dice Liverini – è quella di evitare lo svuotamento della provincia di presìdi istituzionali e di servizi essenziali, in mancanza dei quali, si determina un effetto di decrescita economica, a causa del taglio dei trasferimenti statali con riduzione del Pil e del progressivo spopolamento di abitanti che cercano migliori condizioni di vita.
Contemporaneamente dobbiamo investire sulla crescita valorizzando i punti di forza di cui è dotata la provincia che non sono pochi né banali: penso alla nostra collocazione geografica, all’ampia disponibilità di suoli; al basso tasso di criminalità e all’ambiente socio economico sano, nonché alla presenza di un ricco patrimonio culturale e ambientale.
L’attrazione di investimenti privati, la realizzazione delle opere pubbliche programmate e l’individuazione di percorsi di formazione specialistici per i nostri giovani sono per noi elementi indispensabili per garantire sviluppo e su questi temi vogliamo aprire un confronto vero e scevro da pregiudizi con chiunque in questo territorio ha un ruolo di rappresentanza o decisionale. Un percorso che avrà il suo evento cruciale nella giornata del 3 dicembre nel corso della quale chiameremo a raccolta tutte le istituzioni e gli esponenti politici in occasione della presentazione del rapporto Centro Studi di Confindustria Benevento”.