Confindustria Benevento, seminario sui voucher per l’innovazione: quali vantaggi per le imprese

49

Il processo innovativo è indispensabile per consentire alle imprese di competere in mercati sempre più globalizzati. Secondo un’indagine condotta da Confindustria Benevento quasi tutti adottano innovazioni di prodotto, di processo e organizzative, ma solo una minoranza ( 30%) programma innovazione in tutte le fasi della propria attività. Di questi i temi si è discusso nel seminario che Confindustria Benevento ha organizzato nella propria sede sul tema “Voucher Innovation Manager – Incentivi per la trasformazione tecnologica e digitale della tua azienda”. La sfida della digitalizzazione e dell’innovazione rappresenta una delle priorità che devono affrontare le nostre imprese per superare il gap a cui è sottoposto il nostro Paese. “L’incontro odierno – spiega Filippo Liverini, presidente di Confindustria Benevento – ha lo scopo di favorire l’utilizzo di strumenti incentivanti soprattutto nella logica di implementare i processi innovativi all’interno delle realtà produttive e favorire il trasferimento tecnologico delle attività”. Alessio Zollo, presidente della sezione Ict ha presentato la piattaforma di servizi realizzata al fine di offrire competenze trasversali alle imprese. Si tratta di tecnologie che le aziende Ict di Confindustria Benevento sono in grado di offrire al in una logica di matching di servizi e al fine di garantire opportunità di crescita e sviluppo
Clementina Donisi, presidente della Sezione Meccanica e Installatori impianti di Confindustria Benevento ha sottolineato la volontà delle imprese manifatturiere di ricorrere alle opportunità messe in campo sotto il profilo degli incentivi, lavoro agevolato dal network e soprattutto ha ricordato che il network di professionalità che Confindustria Benevento sta mettendo in campo. In questa logica la sezione ha avviato lo scorso anno degli incontri itineranti di volta in volta focalizzati su tematiche differenti che vedranno nella prima decade di dicembre un focus sull’innovazione e sui temi di Industria 4.0”.
Chiara Verdecchia – Area Politiche Industriali di Confindustria, ha sottolineato l’importanza dello strumento del voucher per gli innovation manager che rappresenta una misura nuova che si inquadra all’interno degli strumenti industria 4.0.
Il piano industria 4.0 rappresenta uno strumento di politica industriale avviato nel 2016 che solo nel primo anno di dall’avvio ha visto la realizzazione di investimenti per oltre 10 miliardi di euro.
La misura del voucher per l’innovazione è molto interessante sia nella formulazione sia dal punto di vista dell’incentivo a fondo perduto. Il Bando prevede per le micro e piccole imprese un contributo pari al 50% dei costi sostenuti fino ad un massimo di 40 mila euro; per le medie imprese un contributo pari al 30% dei costi sostenuti fino ad un massimo di 25 mila euro.
La misura finanzia la consulenza specialistica resa da un manager dell’innovazione, iscritto nell’apposito elenco costituito dal Mise, oppure indicato da una società iscritta nello stesso elenco.
Pasquale Lampugnale, vice presidente di Confindustria Benevento con delega all’innovazione ha ricordato che la proposta del Voucher dell’innovazione fu fatta oltre tre anni fa da Confindustria e che se da un lato oggi accogliamo con grande favore questa misura rivolta in particolare alla piccole e medie imprese, dall’altro riscontriamo tempi troppo lunghi rispetto alla velocità richiesta dell’era del digitale. Tuttavia – ha ricordato ancora Pasquale Lampugnale abbiamo il dovere e l’opportunità di favorire il processo di trasformazione digitale delle imprese e attraverso la Società di servizi di Confindustria stiamo mettendo in piedi una serie di servizi da poter offrire in maniera professionale alle imprese per consentire loro di crescere e strutturarsi rispondendo in maniera adeguate alle sfide che il mercato propone”.