Confindustria, Boccia a Bari: Il Sud sia centro geo-economico del Mediterraneo

60
“Il Mezzogiorno ha bisogno di una dotazione infrastrutturale che sia all’altezza di un grande Paese come l’Italia e deve essere un ponte di collegamento di una posizione geografica italiana molto importante, al centro fra Europa e Mediterraneo, ma deve diventare geo-economica e non solo più geo-politica”. Lo ha detto il presidente nazionale di Confindustria, Vincenzo Boccia, a margine della visita del premier Paolo Gentiloni all’azienda Sitael di Mola di Bari, prima dell’inizio della cerimonia di inaugurazione della (1/a edizione della Fiera del Levante. Per Boccia “il Mezzogiorno può giocare una grande partita” nell’affermazione della centralità geo-economica dell’Italia nel Mediterraneo.
“La questione industriale – ha detto ancora Boccia commentando il lavoro dell’azienda Sitael, leader nel settore aerospaziale – parte prevalentemente dal nostro Mezzogiorno e ci dice che gli effetti della crescita che il nostro Paese sta vivendo sono legati ad una grande capacità di reazione delle tante fabbriche italiane. Questo è un bellissimo esempio che raccorda amore per il territorio, una famiglia imprenditoriale del nostro Mezzogiorno, in una Puglia che come la Campania sta avendo indici positivi insieme agli indici del Paese. Un segnale bellissimo – ha concluso il presidente di Confindustria – per riportare la questione industriale all’attenzione del Paese”.