Confindustria, Boccia: per l’estate progetto per Industria 4.0

58
Confindustria intende presentare prima dell’estate un progetto di politica industriale condiviso con tutto il sistema. E la sfida si chiama Industria 4.0. Lo ha annunciato il presidente di Confindustria, Vincenzo Boccia, nel corso dell’assemblea degli Industriali di Varese. “L’industria del futuro dovrà essere un’industria innovativa, sostenibile e interconnessa, un’industria competitiva pronta per giocare la sfida della competizione globale – ha dichiarato Boccia – per realizzare questo modello di industria serve una moderna politica industriale” che in Italia “ancora manca”. “Abbiamo avviato alcune riflessioni e prima dell’estate intendiamo presentare un progetto di politica industriale condiviso con tutto il sistema – ha spiegato Boccia – il nostro punto di partenza poggia su una forte convinzione: il manifatturiero è la sala macchine dell’economia del paese. Rilanciare il manifatturiero è centrale per contrastare la bassa crescita e la perdita di competitività, è cruciale per rilanciare il paese. Rilanciare il manifatturiero – ha aggiunto – impone però di affrontare subito una grande sfida: l’Industria 4.0”. “Nella sfida della quarta rivoluzione industriale dobbiamo lavorare con il governo, con il quale siamo pronti a confrontarci – ha concluso Boccia – per realizzare una politica industriale all’altezza del nostro paese”. 
“Nell’immediato l’industria e il paese dovranno confrontarsi per individuare una via italiana nella grande sfida di Industria 4.0 – ha spiegato Boccia – parliamo della quarta rivoluzione industriale. Moltissimi fra noi si sono già spontaneamente avvicinati alle opportunità della trasformazione digitale dell’industria e ne stanno raccogliendo i primo frutti, anche in termini di maggiore produttività”. “Aumentare la produttività di tutti i fattori deve essere la stella polare di tutte le nostre azioni, il nostro obiettivo primario – ha proseguito Boccia – e va fatto attraverso relazioni industriali moderne ma anche utilizzando in modo efficiente le tecnologie digitali, innovando i prodotti e i servizi ma anche i processi produttivi, l’organizzazione aziendale. Anche questo è quarta rivoluzione industriale” perché Industria 4.0 “cambierà le fabbriche ma anche i prodotti”.