Confindustria, Boccia su legge di Bilancio: Non ci aspettiamo rivoluzioni

59

“Non abbiamo grandi aspettative sulla prossima legge di bilancio, i margini di manovra non sono alti. L’importante è evitare di fare errori sulle riforme già fatte, quindi non smontare quello che si è già fatto, con una attenzione ai giovani”. Lo ha detto il presidente di Confindustria, Vincenzo Boccia, parlando a margine della visita del Presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni, all’azienda di prodotti aerospaziali Sitael di Mola di Bari. “Occorre costruire – ha continuato Boccia – un altro pezzo importante di una politica economica che, bisogna darne atto, ha individuato degli strumenti che sono la causa degli effetti di crescita, più export è più occupazione, ma l’Italia può fare molto di più”. “Uno dei problemi di questo Paese – ha detto ancora Boccia rispondendo ad una domanda sul dibattito in corso anche in Puglia sulle grandi opere – è che si decide sempre troppo tardi ed è uno dei motivi per i quali avevamo appoggiato il referendum che rimuoveva alcune criticità del Titolo V e, quindi, di conflitto fra Stato e Regioni. Occorrerebbe riprendere percorsi come quello, perché occorre un elemento di responsabilità e decisione”. “I conflitti istituzionali non fanno bene al Paese, – ha concluso Boccia – rallentano le grandi questioni del Paese e su alcune questioni dovremmo porre delle clausole di interesse nazionale nell’interesse del Paese”.