Confindustria, Carbonato: Boccia candidato adeguato

114

“A titolo personale credo che Boccia sia il candidato adeguato perché e’ molto conosciuto nel sistema, ha una storia confindustriale e questo non e’ un fatto negativo. Anzi, se si vuole discontinuita’, come e’ stato auspicato da piu’ parti, occorre sapere come farla e conoscere bene la macchina. Boccia e’ un candidato capace e serio che si e’ fatto conoscere sui territori“. Cosi’ Gianfranco Carbonato, presidente di Prima Industrie e di Confindustria Piemonte, in passato alla guida degli industriali torinesi.

Uscendo dall’Unione Industriale di Torino, dove sono in corso le consultazioni dei tre saggi, Adolfo Guzzini, Giorgio Marsiaj e Luca Moschini con gli imprenditori di Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta, Carbonato ha precisato sempre a titolo personale: “Se fosse eletto un altro presidente, che non sia Boccia, non la vivrei come una sconfitta. Tutti e quattro i nomi hanno punti di forza e sono candidati credibili per questa posizione“. In un primo momento le indiscrezioni davano a Torino un testa a testa tra Vincenzo Boccia e Alberto Vacchi, mentre gli altri due candidati alla presidenza sono Aurelio Regina e Marco Bonometti. “Vacchi sconta un deficit di popolarita’ tra la platea degli associati. Regina e’ abbastanza conosciuto, persona rispettabilissima, ma forse e” percepito come un candidato meno manifatturiero. Tutte e quattro le candidature comunque sono molto apprezzate”, ha concluso Carbonato.