Confindustria Caserta, dibattito sul futuro di Terra di lavoro per la presentazione del libro di Paola Broccoli

63

Un’analisi accurata della trasformazione della provincia di Caserta da territorio agrario a polo industriale, attraverso una modernizzazione del processo produttivo avvenuta in un periodo (1957-1973) che va dall’insediamento dei primi grandi gruppi imprenditoriali grazie all’impulso della Cassa per il Mezzogiorno fino allo shock petrolifero. E’ questo il tema del libro di Paola Broccoli, dal titolo “La modernizzazione di Terra di Lavoro (1957-1973)”, edito da Rubbettino, che è stato presentato lo scorso martedì 2 marzo attraverso un webinar organizzato dal Dipartimento di Economia e dal Dipartimento di Beni Culturali dell’Università degli Studi della Campania “Luigi Vanvitelli”, in collaborazione con Confindustria Caserta e Associazione “Merita”, e trasmesso sulla piattaforma Zoom e sulla pagina facebook di Confindustria Caserta (https://www.facebook.com/confindustriacaserta).

L’autrice, dottore di ricerca in Storia Contemporanea presso l’Università degli Studi del Molise, componente della Società Nazionale degli Storici Economici e collaboratrice della rivista giuridica del Mezzogiorno (periodico scientifico della SVIMEZ), ha ripercorso tutto il processo evolutivo che ha investito il sistema produttivo della provincia di Caserta a partire dalla metà degli anni Cinquanta, analizzando tutti gli aspetti politico-sociali e sindacali, oltre che economici, che hanno coinvolto l’intero territorio, apportando mutamenti che ne hanno segnato profondamente la vocazione. Il libro, poi, analizza anche le fragilità che questo processo di trasformazione industriale ha evidenziato nel tempo, soffermandosi pure sulla crisi dell’apparato produttivo seguita agli anni del boom economico.

Con i saluti introduttivi della Direttrice del Dipartimento di Economia dell’Università “Vanvitelli”, Maria Antonia Ciocia, e del Direttore del Dipartimento di Beni Culturali, Giulio Sodano, il webinar è stato moderato dal giornalista de “Il Mattino”, Nando Santonastaso.

Con l’autrice, Paola Broccoli, hanno discusso: Giovanni Cerchia, docente di Storia Contemporanea presso l’Università degli Studi del Molise, Vittoria Ferrandino, docente di Storia Economica e Storia dell’Impresa all’Università del Sannio, Amedeo Lepore, docente di Storia Economica all’Università “Vanvitelli”, Beniamino Schiavone, presidente designato di Confindustria Caserta per il quadriennio 2021-2025 e Luigi Traettino, presidente di Confindustria Caserta. Le conclusioni sono state affidate a Claudio De Vincenti, docente di Economia Politica presso l’Università “La Sapienza” di Roma, presidente onorario dell’Associazione “Merita” e già Ministro per il Mezzogiorno.