Confindustria Caserta, imprese in campo per la riqualificazione di Piazza Carlo III

54

Il 12 settembre 2018, presso la sede di Confindustria Caserta in via Roma 17 a Caserta, è stato firmato il protocollo di intesa tra Agenzia Regionale del Demanio, Comune di Caserta e Confindustria Caserta per l’autorizzazione dei lavori di ripristino e manutenzione dei giardini in Piazza Carlo III di Borbone.
L’iniziativa nasce dall’esigenza di migliorare l’immagine di quella che è una delle piazze più importanti di Italia, che si estende dall’ingresso principale della splendida Reggia di Caserta, per 130.000 m2 (ad oggi i giardini versano in una condizione di degrado e di abbandono, presentandosi come una distesa di erba secca, siepi incolte e rifiuti).
Il progetto, promosso da Confindustria Caserta è sostenuto e finanziato dalle aziende del territorio casertano Boston Tapes, Eurogiardinaggio, Getra, Gruppo Boccardi, Firema Titagarh, Ferrarelle, Landolfi e Traettino costruzioni, Proma, Pineta Grande, scese in campo con lo scopo comune di contribuire alla rivalutazione della città di Caserta e delle sue bellezze. I lavori di rivalorizzazione, che avranno una durata complessiva di circa 18 mesi, saranno effettuati dall’azienda Eurogiardinaggio, specializzata nel restauro di giardini storici e nella realizzazione di grossi impianti a verde pubblico.
L’obiettivo del protocollo di intesa è chiaro: rimuovere nel più breve tempo possibile tutta l’erba selvatica e i rifiuti al fine di ripristinare quelle condizioni di pulizia, decoro e igiene pubblica che per ora sono fortemente compromesse.
L’intervento di bonifica dei giardini di Piazza Carlo III, rientra nell’azione più ampia avviata da Confindustria Caserta per ridare slancio all’immagine del territorio, volontà già manifestata attraverso la recente iniziativa promossa dal Comitato Tecnico Rebranding del Territorio ( coordinato da Adolfo Bottazzo) intitolata “Fuori casa sei ancora a casa” – Il Comitato, attraverso le sue azioni, svolge un importante ruolo di catalizzatore nell’ambizioso obiettivo di ridare slancio all’immagine del territorio casertano, attraverso il coinvolgimento delle istituzioni e delle associazioni locali, ma anche dell’intera comunità di cittadini.
L’iniziativa appare necessaria: la cura del territorio in cui viviamo e del patrimonio storico-culturale che ci circonda risulta fondamentale per la valorizzazione della nostra storia.
A qualsiasi livello, ma soprattutto a livello politico, la storia rappresenta una risorsa fondamentale, non solo perché contribuisce alla comprensione del presente, ma anche e soprattutto perché aiuta a costruire il futuro.
“Piazza Carlo III c’era, c’è e vuole continuare ad esserci, ma nella sua veste migliore – commenta Traettino – interventi di questo tipo sono necessari; abbiamo una responsabilità nei confronti del nostro patrimonio artistico e culturale, simbolo della nostra storia. Il contributo che Confindustria Caserta vuole apportare in questa iniziativa è concreto; la tutela e la riqualificazione del territorio sono temi che stanno molto a cuore ai nostri associati. Il senso di appartenenza e la volontà di tutelare e valorizzare il bene pubblico è forte. Siamo solo all’inizio di un lungo percorso di riqualifica, il cambiamento è in atto e Confindustria Caserta vuole farne parte”.