Confindustria Caserta, presentato il piano di Titagarh Firema: al via la produzione di nuovi treni

884
in foto da sinistra Umberto De Gregorio e Luigi Traettino

In un evento organizzato a Caserta, Titagarh Firema Spa ha presentato i suoi progetti per il futuro dell’Azienda. Ha anche rappresentato i risultati che la Società ha raggiunto nell’ultimo periodo, che ha chiamato la “fase di avvio”.
Titagarh Firema, che ha ereditato dalla Firema Trasporti in Amministrazione Straordinaria numerosi progetti, rimasti bloccati per molti anni, alcuni dei quali per ben 10 anni, ne ha completato la maggior parte ed oggi è pronta a lanciare le sue attività con l’acquisizione di alcune commesse in Italia e anche in india. Oltre alla fornitura dei treni per Metro Campania e Sepsa, anche il treno T21 è nella fase finale dei test e dovrebbe essere messo in servizio molto presto.
Nel ringraziare i dipendenti e i rappresentanti della Regione, EAV, ANSF, USTIF, CISL, FIOM, UILM e tutti le altre Autorità presenti all’evento, il Presidente di Titagarh Firema, dott. Umesh Chowdhary ha menzionato che, grazie al continuo supporto ricevuto da tutti, Titagarh Firema è stata in grado di eseguire questi vecchi progetti, nonostante i numerosi problemi e le perdite finanziarie che ha dovuto sopportare per l’esecuzione di detti contratti. Ha detto che Titagarh ha considerato queste perdite come parte dell’acquisizione e della fase di avvio, e che la Società adesso non vede l’ora di iniziare nuovi progetti e contratti.
In questo contesto, ha informato che Titagarh si è aggiudicata nuovi contatti per la costruzione di nuovi treni in Italia e la progettazione e produzione di sistemi di propulsione per le ferrovie indiane. La progettazione sarà interamente realizzata nello stabilimento di Caserta, così come lo saranno i sistemi di trazione (in parte, oltre a Caserta anche nello stabilimento di Tito in Basilicata), mentre l’assemblaggio avverrà in India.
Durante l’evento, Titagarh Firema ha presentato alcuni dettagli dei progetti ed anche illustrato alcuni dei treni costruiti dall’Azienda nell’ultimo periodo per la Regione Campania ed anche presentato il concetto e i progetti per le attività future, in particolare, la costruzione di treni per Metropolitana di Catania di cui al contratto quadro aggiudicato all’Azienda e relativo alla fornitura di 54 treni del valore di 216 milioni di euro, la cui produzione inizierà nel 2020.
All’evento hanno partecipato vari rappresentanti delle Istituzioni e del mondo dell’industria. Erano presenti, al fianco del presidente Chowdhary, il presidente della quarta commissione urbanistica, i lavori pubblici e i trasporti del Consiglio regionale della Campania, Luca Cascone, il presidente dell’Ente Autonomo Volturno (EAV), Umberto de Gregorio, il direttore della Agenzia Nazionale per la Sicurezza Ferroviaria (ANSF), Marco D’Onofrio, il Direttore dell’Ufficio Trasporti Installazioni Fisse di Napoli (USTIF), Michele Ordituro, il presidente della Fondazione Banco di Napoli, Rossella Paliotto, il Presidente di Confindustria Caserta, Luigi Traettino, il presidente dell’Organismo di Vigilanza di Titagarh Firema, Giovandomenico Lepore, l’Amministratore Delegato di Ansaldobreda, Antonio Liguori.
“Negli ultimi quattro anni abbiamo affrontato alcuni momenti difficili, ma grazie al lavoro svolto insieme ai dipendenti e al management dell’Azienda, così come al supporto ricevuto dalla Regione Campania e da tutte le altre istituzioni, siamo riusciti a rilanciare l’Azienda ed ad ottenere risultati importanti. Ora il nostro obiettivo è di focalizzare la nostra attività principalmente in due paesi: l’Italia e l’India. Inoltre stiamo lavorando anche su alcuni mercati di nicchia in Africa. In particolare voglio ringraziare la Regione Campania e l’EAV, senza il cui supporto sarebbe stato estremamente difficile completare i vecchi progetti e rilanciare l’Azienda. Infine ringrazio Confindustria Caserta e il Presidente Traettino per la costante vicinanza che ci mostra. Mentre continuiamo a dover affrontare sfide a breve termine a causa della mancanza di carico di lavoro immediato nei prossimi mesi, i contratti che abbiamo firmato negli ultimi mesi e le gare in corso ci rendono confidenti in un futuro luminoso ” ha detto il dott. Chowdhary durante il suo discorso. Ha anche evidenziato che l’Azienda è in procinto di finalizzare un piano di investimenti per riqualificare lo stabilimento di Caserta e renderlo globalmente competitivo.
“Voglio ringraziare l’amico Umesh Chowdary, – ha spiegato il presidente di Confindustria Caserta, Luigi Traettino – che ha dimostrato grande coraggio, decidendo di lasciare il comfort del proprio Paese e venire qui a fare impresa. Sappiamo quanto l’Italia rappresenti un contesto difficile per chi intende investire: per tali ragioni Umesh merita un plauso, avendo dato l’opportunità ai dipendenti dell’azienda di coltivare una speranza per il futuro. Come Confindustria Caserta una delle nostre principali missioni è la retention, ovvero lavorare per tenere qui le grandi aziende come la Titagarh Firema. La retention si fa tutti i giorni seguendo da vicino le aziende, creando un clima di collaborazione che aiuti a crescere l’intero territorio”.
Titagarh Firema S.p.A è una delle più importanti aziende italiane nel settore dell’industria ferroviaria. Fondata a Caserta, in Campania, TFA vanta una lunga storia industriale di oltre 90 anni nella progettazione e produzione di veicoli ferroviari. La Società è stata fondata nel 2015 a seguito dell’acquisizione, da parte del gruppo ferroviario multinazionale Titagarh, della Firema Trasporti S.p.A.
Nella sua storia, l’Azienda ha sviluppato progetti prestigiosi, con la produzione di treni utilizzati in Italia per le linee metropolitane di Milano e Napoli, i treni a due piani per FerrovieNord Milano e Trenitalia, così come i treni ad alta velocità per Trenitalia. Molte altre produzioni destinate all’estero.