Confindustria Caserta, sostegno all’Unicef per la tutela dei diritti dell’infanzia

128

La parola d’ordine è Take Over. Si è svolto ieri all’Unione Industriali di Caserta l’evento promosso dal Gruppo Giovani Imprenditori di Confindustria presieduto da Angela Casale e dal Comitato Unicef di Caserta. Obiettivo dell’incontro ricordare la Giornata mondiale dell’Infanzia celebrata in tutto il mondo lo scorso 20 novembre e riportare l’attenzione sulla “Convenzione Onu dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza oggi”.
I quattro principi generali della Convenzione sono in grado di fornire un orientamento ai governi per la sua attuazione e sono la non discriminazione (art. 2), il superiore interesse del minore (art. 3), il diritto alla vita, alla sopravvivenza e allo sviluppo (art. 6), la partecipazione e il rispetto per l’opinione del minore (art. 12).
Al tavolo dei relatori il presidente di Confindustria Caserta Luigi Traettino, il prefetto di Caserta Raffaele Ruberto, il col. Claudio Milone in rappresentanza della Caserma Brigata Garibaldi, il col. Domenico Lo Buono Comandante della Scuola Specialisti Aeronautica Militare, la prof. Rosalia Pannitti, responsabile scuola provinciale e responsabile progetto ministeriale “Verso una scuola amica”.
A parlare dell’adozione della convenzione sono stati il Giudice Nicola Graziano e Luca Rigido, giovane volontario Unicef, che lo scorso 16 novembre a Montecitorio, alla presenza del Ministro Poletti, ha coordinato l’evento “Progettare politiche per l’infanzia e l’adolescenza: un Paese a misura di bambino”. Presenti anche le rappresentanze degli alunni della scuola media Dante Alighieri, della scuola media Pietro Giannone, dell’Itis Buonarroti, e del Itis Liceo scientifico Giordani.
E’ l’occasione per ricordare che i bambini e le voci dei giovani sono importanti e che il loro punto di vista deve essere incluso nelle decisioni che determineranno il loro futuro.
Nel corso della mattinata i bambini ed i ragazzi prenderanno il ruolo degli adulti e delle Istituzioni, scambiandosi fisicamente di posto (take over), chiedendo attenzione ed ascolto, in linea con una azione di sensibilizzazione che Unicef sta svolgendo a livello mondiale.
“Ho voluto fortemente che questa iniziativa di Unicef fosse condivisa dal nostro Gruppo – dichiara la presidente dei GI Angela Casale – perché credo che noi giovani imprenditori rappresentiamo il presente ed il futuro del nostro territorio, un esempio positivo e quindi speranza per la generazione che sta crescendo. C’è molto da fare, ancora oggi, per i bambini che vengono sfruttati sul lavoro, vivono in povertà e non hanno la possibilità di studiare, di sviluppare la propria personalità e le proprie attitudini”.