Confindustria, firmato il memorandum per supportare le imprese in Africa

44

Confindustria, Cassa depositi e prestiti, San Patrignano ed E4Impact Foundation hanno firmato in occasione della seconda edizione del Sustainable Economy Forum a San Patrignano, nel riminese, un Memorandum per promuovere iniziative a supporto delle imprese italiane e africane, quali attori fondamentali nell’ambito dei processi di crescita sostenibile e inclusiva. Verranno per l’occasione individuati idonei strumenti finanziari. L’obiettivo è quello di sostenere lo sviluppo economico-sociale e migliorare le condizioni di vita delle popolazioni nei paesi in via di sviluppo del continente africano, al fine di favorire il raggiungimento degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite (Sustainable Development Goals – “SDGs”).
Attraverso il Memorandum – come hanno spiegato in conferenza stampa la fondatrice di San Patrignano Foundation, Letizia Moratti, il presidente di Confindustria, Vincenzo Boccia, e il direttore del settore Sviluppo internazionale di Cassa Depositi e Prestiti, Antonella Baldini – si intende: individuare iniziative da promuovere, in particolare nei settori dell’energia, delle infrastrutture, dell’agricoltura, dell’istruzione, dello sviluppo urbano, del contrasto al cambiamento climatico, dell’accesso al credito delle Pmi e del sostegno all’imprenditoria femminile; individuare idonei strumenti finanziari anche attraverso la mobilitazione di risorse pubbliche e private; promuovere e diffondere strumenti di finanziamento dedicati quali green bond, social bond e sustainable development bond, utili a favorire la realizzazione di investimenti finalizzati al raggiungimento di obiettivi di sostenibilità; promuovere la conoscenza e la diffusione delle iniziative e degli strumenti finanziari attraverso un’azione volta a favorire il coinvolgimento delle imprese italiane e africane. A tale scopo, le parti intendono costituire un tavolo di lavoro per confrontarsi in merito alle iniziative da realizzare, anche con il coinvolgimento di ulteriori partner interessati al progetto. Con questa iniziativa si vuole così dare seguito all’impegno assunto durante la prima edizione del Forum, esercitando un’azione congiunta di più soggetti per facilitare lo sviluppo dell’attività manifatturiera in Africa, con l’obiettivo di rafforzare la crescita di un continente che presenta notevoli potenzialità di sviluppo.