Confindustria, il Centro Studi avverte: Produzione in lento recupero ma ora attenti agli effetti della terza ondata

44

Graduale recupero dell’attività industriale: al rimbalzo di gennaio (+1,3%) segue una crescita in febbraio (+0,7%). Secondo il Centro studi di Confindustria, è atteso un contributo positivo dell’industria alla dinamica del Pil nel primo trimestre, a fronte di un comparto terziario che risulta ancora indebolito, con pesanti conseguenze soprattutto lungo tutta la filiera turistica. La buona tenuta dell’industria e’ confermata anche dalle indagini congiunturali condotte da Istat e IHS-Markit che hanno rilevato anche un miglioramento delle aspettative. Su uno scenario che, a oggi, nell’industria appare in deciso miglioramento rispetto alla fine del 2020, si proietta infatti l’incertezza legata ai rischi di una terza ondata di diffusione del virus. E’ cruciale, quindi, accelerare la vaccinazione della popolazione e intervenire in maniera non generalizzata per ridurre la curva dei contagi ed evitare, cosi’, di interrompere sul nascere i primi spiragli di una ripresa che e’ ancora debole e lontana dal consolidarsi.

Il documento integrale