Confindustria Salerno, Export Lab: ad ottobre focus sulla Gdo

42

È stata presentata la seconda annualità del Piano Export Sud II, che prevede iniziative formative e promozionali per la crescita e l’internazionalizzazione delle Pmi localizzate nelle regioni “meno sviluppate” (Basilicata, Campania, Calabria, Puglia e Sicilia – cui è destinato un budget pari a circa 11,4 milioni di euro) e le regioni
“in transizione” (Abruzzo, Molise e Sardegna – cui sono destinati circa 2,5 milioni di euro). L’obiettivo per la seconda annualità è quello di continuare nel processo di allargamento del bacino di imprese che esportano, attraverso una selezione sempre più mirata e focalizzata di iniziative che possano coinvolgere anche quelle che non si sono mai aperte ai mercati stranieri. Trasformare, dunque, quelle potenzialmente esportatrici in esportatori abituali.
I Paesi Target di riferimento principale rimangono quelli dell’UE, ma sono previste missioni in paesi extra Ue (come Russia e Balcani), Cina e Giappone (ulteriore novità), Usa e Canada.
Le attivtà promozionali del Piano (Collettive di eventi fieristici ed incoming), previste per l’annualità 2018/2019 sono indicate nella scheda di sintesi allegata e consultabile su Pes II.
Per quanto riguarda la formazione, si terrà in Campania una edizione degli Export Lab (che rappresentano l’attività più complessa), mentre sono previste attività di affiancamento, corsi su e-commerce, web marketing e innovazione digitale e eventi sulla Gdo. In merito, è già in pianificazione a Confindustria Salerno per il prossimo 3 ottobre l’iniziativa “Obiettivo Gdo. Come diventare fornitori della Grande Distribuzione Europea”. Sul sito dell’Ice-Agenzia è stata istituita una apposita sezione dedicata a Piano Export Sud Pes II, coi dettagli sul Piano e le attività previste, nonché l’elenco di tutte le iniziative formative e gli eventi di promozione in corso, suddivisi per tipologia e categoria di Regioni coinvolte.