Confindustria Salerno, fondi Usa: Dem Consulting in prima linea nella lotta al Covid-19

47

Martedì 23 febbraio si è svolto in modalità digitale l’evento di presentazione del progetto Usaid Invest, organizzato e promosso da Dem Consulting, società specializzata nella consulenza al settore manifatturiero, in collaborazione con Confindustria Salerno.

Il progetto è parte di un programma di 50 milioni di dollari investiti da Usaid in Italia e dell’impegno del governo degli Stati Uniti d’America per aiutare le imprese del nostro Paese a fronteggiare la pandemia esplosa ormai dallo scorso anno in tutto il mondo.

Il programma si snoda attraverso lo stanziamento di fondi, utilizzati o come capitale di avviamento per attrarre ulteriori risorse da investire in aziende italiane che producono attrezzature mediche, o per fornire una assistenza tecnica alle imprese italiane che hanno scelto di ampliare o convertire il proprio business.

Al secondo obiettivo è legato il ruolo di Dem Consulting, che ha scelto di coinvolgere in questa iniziativa anche altre 5 aziende salernitane che, da luglio scorso, sono affiancate dalla società diretta da Andrea Catino nel processo di ampliamento attività per la produzione di mascherine chirurgiche.

Durante l’incontro sono intervenuti il Ministro Consigliere per gli Affari Economici dellʼAmbasciata USA in Italia, William Silkworth; il Presidente Commissione Bilancio e Finanza Regione Campania, Francesco Picarone; il professore di Malattie dellʼapparato cardiovascolare del Dipartimento Scienze Biomediche avanzate dell’Università degli Studi di Napoli Federico II, Eugenio Stabile; il Vicepresidente di Confindustria Salerno, Nicola Scafuro; il Coordinatore Usaid Invest Project Dem Consulting, Andrea Catino; il responsabile del progetto per Dem Consulting Fabrizio Marotta. Infine, due delle aziende coinvolte nel programma di assistenza tecnica rappresentate da Anella Mastalia, Cfo Maf Group e Josè Felix Conte, Ceo Maco International.

Il primo a prendere la parola è stato il Ministro Consigliere per gli Affari Economici dellʼAmbasciata USA in Italia, William Silkworth che, sottolineando la storica partnership tra gli Stati Uniti e l’Italia, ha rimarcato le ragioni e i contenuti dell’impegno statunitense nei confronti del nostro Paese: «La risposta alla pandemia – ha dichiarato – ha richiesto livelli di cooperazione globale mai visti prima. L’incrollabile amicizia tra i nostri due Paesi ha spinto gli Stati Uniti a venire subito in aiuto all’Italia, stanziando ad oggi 60 milioni di dollari per aiutarla nella lotta al Covid-19. Nell’ambito dell’iniziativa Usaid Invest, abbiamo creato un programma per fornire sovvenzioni al settore privato italiano per accrescere la capacità produttiva delle attrezzature mediche necessarie al settore sanitario per rispondere efficacemente alle prossime ondate della pandemia. Questi aiuti, per un totale di dieci milioni di dollari, permettono a ciascuno dei beneficiari, fra i quali Dem Consulting, di portare le proprie capacità e competenze specifiche nella lotta al Covid. Dem sta utilizzando questi fondi per supportare cinque aziende produttrici campane a riconvertire parzialmente o totalmente le proprie linee produttive alla fabbricazione di dispositivi di protezione individuale (DPI), con l’obiettivo di soddisfare il 12% della domanda locale di tali dispositivi».

Gli ha fatto eco Andrea Catino, direttore generale della Dem Consulting e Coordinatore Usaid Invest Project ripercorrendo le tappe significative del progetto tuttora in corso: «Un anno fa Dem Consulting si è ritrovata come tutte le aziende italiane travolta dalla pandemia. Nel primissimo lockdown da subito abbiamo utilizzato la nostra esperienza nel settore industriale focalizzando l’attenzione sui processi manifatturieri e su tutte le attività complementari alla realizzazione dei dispositivi di protezione. Abbiamo pertanto ideato un modello standard di riconversione e oggi, con orgoglio e soddisfazione, registriamo i primi importanti risultati con la produzione di quasi 4 milioni di mascherine prodotte dalle prime due aziende assistite. Il programma proseguirà fino a luglio 2021 con l’implementazione del modello presso altre aziende del territorio».

A evidenziare il ruolo svolto da Confindustria Salerno nel progetto Usaid Invest, il Vicepresidente Nicola Scafuro: «A fronte della situazione emergenziale, l’intervento di Usaid è stato provvidenziale per alcune imprese del territorio salernitano che non si sono lasciate piegare dai venti avversi ma che, al contrario, hanno aumentato il proprio rischio di impresa scegliendo di ampliare le proprie attività, aprendosi alla produzione di DPI. Pieno è stato il coinvolgimento di Confindustria Salerno, partner di Dem nella ricerca e selezione delle imprese cui offrire assistenza tecnica. Quattro di queste sono infatti socie della nostra Territoriale ed è per noi motivo di orgoglio aver creato questa sinergia così efficace che guarda al futuro, in difesa delle aziende e dei loro lavoratori».