Confindustria Salerno, incontro con Unicredit: ecco gli strumenti a sostegno della crescita

119

Si è svolto oggi, presso la sede di Confindustria Salerno, il seminario organizzato da UniCredit dal titolo “Soluzioni di finanza a supporto della crescita”. Obiettivo dell’incontro, a cui hanno preso parte oltre 60 imprenditori della provincia di Salerno, è stato quello di offrire alle imprese del territorio una panoramica sulle opportunità legate agli incentivi su Industria 4.0 ed alle agevolazioni fiscali dedicate agli strumenti di leasing, un mercato che in Campania è cresciuto del +13,2% nel 2017. Sono state inoltre approfondite le soluzioni che possono aiutare le imprese ad agganciare il capitale di rischio e a diversificare le fonti di finanziamento.
La giornata ha visto la partecipazione e i saluti di benvenuto di Elena Goitini, direttore regionale Sud di UniCredit e di Antonello Sada, vice presidente Confindustria Salerno con delega al Credito. Successivamente Massimo Cannone, responsabile Sales, Marketing & Network di UniCredit Leasing ha parlato del “leasing nell’economia reale: mercato ed agevolazione”, mentre Pio Guenzi, referente agevolato di UniCredit Leasing, ha spiegato alle imprese intervenute le “Agevolazioni fiscali nel leasing con focus su Industry 4.0”. Ferdinando Natali, Responsabile Corporate Sud e Sicilia di UniCredit, ha invece parlato di “Finanza per la crescita: investimenti e crescita per linee esterne”.
L’iniziativa di oggi rientra tra le attività collaterali del “Patto per la crescita della Campania” firmato lo scorso maggio a Salerno tra UniCredit, Università degli Studi di Salerno e Confindustria di Salerno e di Avellino. Obiettivo dell’accordo è quello di promuovere la sinergia tra gli attori del territorio come fattore propulsivo di sviluppo, stimolando la nascita di nuovi progetti imprenditoriali giovanili, in particolare legati ad Industria 4.0, con l’impegno delle parti a realizzare una serie di azioni congiunte finalizzate a favorire la riqualificazione delle competenze e a supportare le aziende della provincia di Salerno nella realizzazione di investimenti sostenendole nel loro percorso di crescita.
“Con l’incontro di oggi diamo un primo seguito all’impregno preso con il sistema produttivo del territorio in occasione della firma del “Patto per la crescita della Campania” – ha spiegato Elena Goitini, direttore regionale Sud di UniCredit – UniCredit mette a disposizione delle aziende, oltre alle forme di finanziamento tradizionali, anche prodotti finanziari innovativi e soluzioni di finanziamento su misura, al fine di sostenerne gli investimenti strategici. Come UniCredit infatti crediamo nell’importanza dello sviluppo del mercato dei capitali, anche per le imprese di medie dimensioni, che è oggi di fondamentale importanza per la diversificazione delle fonti di finanziamento e per accrescerne la competitività sui mercati internazionali”
“Oggi le imprese si possono avvalere di numerosi strumenti di finanza alternativi che ne supportino la crescita. – ha sottolineato Antonello Sada, vice presidente Confindustria Salerno con Delega al Credito- E’ importante, però, che li conoscano a fondo per meglio scegliere ciò che risponde alle specifiche esigenze. Per tale ragione Confindustria Salerno propone iniziative come quella di oggi tese ad approfondire i diversi strumenti attraverso il supporto di specialisti. Sono forme di finanziamento importanti soprattutto per le piccole e medie imprese grazie alle quali si può, ad esempio, approcciare nuovi mercati o realizzare innovazioni di processo e di prodotto, strumenti che consentono alle aziende di competere nel mondo.”
La giornata si è conclusa con l’intervento di Mauro Iacobuzio, di Elite Club Deal Manager, il programma di Borsa Italiana che supporta le aziende nei loro progetti di crescita, che si è soffermato sulle opportunità legate all’apertura delle imprese al mercato dei capitali, al fine di agevolare l’accesso al credito delle imprese, e con la testimonianza aziendale di Mario D’Amico, Ceo D&D Italia D’Amico, impresa di Salerno specializzata nella produzione di conserve alimentari.
Elite è promosso da Confindustria ed è aperto alle società più dinamiche e volto a supportarle in un processo di crescita non solo dimensionale, ma anche culturale. Oggi Elite rappresenta un ecosistema nel quale interagiscono oltre 900 imprese provenienti da più di 30 Paesi del mondo e oltre 400 partner e investitori.
In Italia, già 575 società, di cui 13 salernitane, hanno deciso di intraprendere questo percorso per essere più competitive sul mercato, anche tramite una miglior conoscenza di prodotti finanziari innovativi che vengono loro offerti e che sono finalizzati alla crescita.