Confindustria Salerno, summit con la Procura per nuove iniziative sulla legalità

82

Il consiglio generale di Confindustria Salerno ha ospitato il procuratore della Repubblica di Salerno, Corrado Lembo, e i procuratori aggiunti Luca Masini e Luigi Alberto Cannavale. L’iniziativa, prima ed unica nel panorama confindustriale italiano, è nata con la volontà di favorire ed instaurare un reciproco e costruttivo dialogo teso a promuovere e diffondere una più forte e consapevole cultura della legalità. “Le imprese hanno la necessità di operare in un territorio sicuro. E’ questa una precondizione fondamentale – afferma Andrea Prete, presidente di Confindustria Salerno – In alcune aree del salernitano la libera concorrenza è alterata da condotte illecite che ostacolano la normale competitività, frenando sviluppo e occupazione. Emerge pertanto l’esigenza di salvaguardare l’impresa sana, quella che non agisce con corruttele, che non delinque ma che, se non protetta in maniera adeguata, rischia di perdere terreno e competitività”.
“Cogliamo con piacere – spiega il procuratore Lembo – la volontà delle imprese di contribuire a rafforzare i livelli di legalità e sicurezza del territorio nel quale operano. La Procura è quotidianamente impegnata per assicurare il rispetto delle regole e delle leggi con azioni di contrasto mirate a far emergere gli illeciti che danneggiano cittadini, aziende e l’intero territorio. Questo incontro assume particolare rilevanza perché favorisce il dialogo tra chi deve applicare le norme e chi deve accertare che vengano applicate”.
Al termine dell’incontro, è stata stabilità la costituzione di un Tavolo Tecnico che definisca azioni e iniziative comuni che consentano alle aziende di operare in un contesto territoriale che garantisca la trasparenza e il rispetto delle regole.