Conflitto interessi, ok Camera a delega al Governo con 133 sì

9

Roma, 28 mag. (askanews) – L’aula della Camera ha approvato, in prima lettura, una legge che delega al Governo la riforma della disciplina in materia di conflitto di interessi per i titolari di cariche di governo statali, regionali e delle province autonome di Trento e di Bolzano e per i presidenti e i componenti delle autorità indipendenti di garanzia, vigilanza e regolazione. I si sono stati 133, i no 84, le astensioni 12.

A firmare la riforma era stato il presidente M5S Giuseppe Conte ma in commissione il provvedimento è stato ‘svuotato’ con una delega all’esecutivo da esercitare entro 24 mesi e Conte, dopo la bocciatura di un emendamento in aula che ripristinava il testo originario, ha ritirato la sua firma disconoscendo l’intervento. Il testo passa ora all’esame del Senato.