Congressi, patto per il rilancio tra i convention bureau della Campania

49

In vista delle riaperture e delle ripartenze, seppur a piccoli passi, si avvicina il via libera ai congressi. In Campania è stato siglato un accordo tra tutti i convention bureau regionali, per presentare al mercato un prodotto unico, del Mice (Meetings, incentives, conferences, events), per attirare i grandi eventi nazionali ed internazionali. “Finalmente si riparte, anche se in ritardo. L’importante è farsi trovare pronti e con novità del prodotto Mice” dice la direttrice del ‘Convention bureau’ di Napoli Giovanna Lucherini, che commenta l’avvicinarsi del 1 luglio, data di riapertura delle attività congressuali in Italia. “La speranza, disattesa, era di poter organizzare convegni già nel mese di giugno – prosegue -, purtroppo non è stato possibile, ma, in questo periodo di stop forzato, comunque non ci siamo mai fermati”. Da qui la nascita di un protocollo di intesa che riunisce tutti i Cb campani: Convention bureau Napoli (con Campi Flegrei e Caserta), Salerno Convention bureau, Amalfi Coast Convention bureau e Rete Alta Costiera, Sorrento Convention bureau. Un’iniziativa che segue la scelta della Regione Campania di sostenere il settore Mice, come dimostra la loro recente affiliazione al Convention Bureau Italia. I firmatari del protocollo hanno individuato il coordinamento del Convention bureau Napoli diretto da Lucherini in loro rappresentanza.