Consegnata al Museo Maradona la prima statua bronzea del D10S, evento in diretta sulle tv argentine

174

Si va avanti per il Museo Maradona a Castelvolturno. Antonio Luise, collezionista dei cimeli di Maradona, in attesa della definitiva partenza del museo, in compagnia di Ugo Maradona, continua nel lavoro per allestire il luogo e prosegue nel confronto con ‘l’universo’ argentino.
Presso la galleria Immobiliare Luise, la giornalista Argentina Laura La Tana ha ricostruito la genesi della collezione e dell’amicizia con Maradona della famiglia Luise.
L’intervista, con le emittenti argentine, ha riscosso un grande successo e fatto rivivere le emozioni nel cuore degli argentini che amavano e continuano ad amare Diego Armando. Grande spazio per le testimonianze di Ugo Maradona e dell’avvocato Angelo Pisani con il suo libro “L’avvocato del D10S”, testo di successo con la prefazione del noto scrittore Maurizio de Giovanni e i contributi di Gianni Minà e di Nicola Graziano.
Per il museo lo scultore Domenico Sepe ha voluto fare un dono ad Antonio in ricordo di suo padre, Salvatore Luise, venuto a mancare lo scorso anno, con una statua di Maradona.
L’artista ha, infatti, donato al museo una scultura in bronzo, raffigurante il volto ‘a grandezza naturale’ del D10S. Si tratta della prima statua al mondo ad essere stata realizzata dopo la morte di Maradona, la prima volta per raffigurare la leggenda.
All’evento hanno partecipato gli assicuratori Angelo e Gerardo Coviello, impegnati in questi giorni, nelle valutazioni economiche per l’assicurazione dei preziosi cimeli tra i quali le maglie e le scarpette giocate da Maradona negli anni tra 80 e il 90.
Questi cimeli, quando assicurati, potranno essere trasportati in Qatar in occasione dei campionati mondiali di calcio del 2022.
“Una giornata pazzesca – afferma Antonio Luise – davvero ricca di emozioni profonde e vere. Ricordare Maradona è sempre motivo di nuove scoperte e di orgoglio. Sapere che i cimeli saranno custoditi in un museo ha fatto letteralmente impazzire gli abitanti della sua terra natia, l’Argentina, mi riempie il cuore di gioia”