Consigli e strategie utili per il dropshipping

402

Si stima che attualmente circa il 33% degli operatori che gestiscono un business online faccia affidamento al dropshipping. Parliamo di una modalità di commercio in virtù della quale il responsabile di un’attività imposta un proprio negozio online senza la necessità di possedere la merce che va a esporre. Il venditore lavora infatti in sinergia (ma a distanza) con un fornitore, da cui seleziona i prodotti che ritiene più efficaci per la sua attività, disponendo poi tecniche e strategie per promuoverli online. Nel momento in cui un acquirente ordina uno dei prodotti, l’imprenditore digitale sostanzialmente acquista l’oggetto dal fornitore e lo rivende al compratore a prezzo maggiorato, ottenendo così un margine di guadagno. Questa tecnica risulta molto interessante in particolare per chi non dispone di grandi capitali di investimento iniziale, e non può permettersi di sostenere i costi relativi al mantenimento di un magazzino. La merce acquistata è spedita direttamente dal fornitore al cliente, senza passare tra le mani dell’imprenditore digitale. In questo modo è possibile gestire un proprio business annullando gli oneri di stoccaggio e al contempo eliminando le spese per l’invio degli oggetti.

Creare un sito di e-commerce minimizzando i costi

Naturalmente, per essere vantaggioso, il dropshipping non permette improvvisazioni; al contrario, necessita di uno studio approfondito della materia, per capire cosa vendere, in quale fetta di mercato inserirsi, come promuovere i prodotti in modo stimolante, come attrarre i potenziali acquirenti sul proprio store online e come fidelizzarli. Va peraltro sottolineato che questa opzione di gestione svia anche i pericoli derivati dal rischio di ritrovarsi con merce invenduta; qualora infatti un determinato prodotto non comporti ordini sostanziosi, sarà sufficiente eliminarlo dal proprio negozio, con un semplice clic.

Se si decide di percorrere questa strada, il successo può essere notevole, a patto di utilizzare sistemi efficaci: un obiettivo da perseguire studiando a fondo la concorrenza, evitando settori di mercato già saturi, proponendo prodotti di qualità a costi compatibili, pubblicizzando la merce in maniera accattivante, aiutandosi con i social network per aumentare la visibilità, imparando le basilari tecniche SEO per essere ben posizionati sui motori di ricerca, e fornendo un servizio il più possibile attento alle esigenze e ai desideri degli acquirenti.

Validi supporti per la gestione del negozio online

Ciò che in apparenza potrebbe sembrare scontato, nasconde in realtà delle insidie, derivate dall’urgenza di spiccare tra le tantissime offerte già presenti. Non va dunque minimamente sottovalutato il compito di comprendere come muoversi sul mercato. A tale scopo esistono piattaforme di riferimento per avviare e gestire l’attività, che forniscono anche periodici e utili consigli per il proprio business. La app installabile dal link è, in tal senso, una soluzione interessante, sia per i servizi offerti e le tante funzionalità, sia per la presenza di un corrispettivo blog in cui trovano posto approfonditi articoli che spiegano come implementare le probabilità di guadagno con il commercio online.

Gli argomenti destinati a tale risultato sono molteplici e spaziano in numerosi campi di interesse, tutti peraltro strettamente connessi tra loro e indirizzati a edificare strategie di successo. Alcuni riguardano materie più generiche, ad esempio creare un sito di e-commerce vincente, impostare un business plan, usare il network marketing, trovare le migliori immagini prive di copyright per il negozio, operare attraverso Instagram, Facebook e WhatsApp, individuare il target di riferimento per l’attività, aprire un blog o un canale Youtube. Altri invece si rivolgono a idee più specifiche, dal preparare offerte per il Black Friday a utilizzare la psicologia dei colori per affascinare gli utenti, dal creare un logo persuasivo a modificare i video online.

Si può facilmente comprendere come alcuni di questi argomenti siano di fondamentale aiuto per dare fattibilità e durata a un business che possa trasformarsi in un’occupazione redditizia e stabile nel tempo. In altri casi si tratta invece di soggetti sulla carta secondari, ma in realtà anch’essi di sostanziale importanza. È infatti anche (o soprattutto) nei dettagli che si attua il segreto per fornire corpo e anima a un’attività di successo, in grado di distinguersi per originalità e interesse, uscire dai contorni indefiniti della massa e conquistare un posto di rilievo nell’affollato panorama dei negozi in rete.

Si pensi alla psicologia dei colori. Ogni sfumatura cromatica reca in sé significati precisi e altrettanto precise reazioni agli occhi del pubblico. Quale tonalità scegliere per il logo del negozio? E per le pagine in cui saranno inseriti i prodotti? Non è di poco conto sapere che l’arancio è un colore aggressivo che può stimolare gli acquisti, mentre il verde crea un senso di relax nella mente di chi visita lo store, il nero si addice maggiormente a prodotti lussuosi, il viola è bene accolto soprattutto dal pubblico femminile, e così via. Anche da questi particolari si costruiscono tattiche adeguate per creare un business capace di generare soddisfazioni.