Il consolato di Napoli ristruttura un reparto maternità in Benin

16
In foto la presentazione del progetto

Il giorno 1 agosto 2018, presso la sede istituzionale del Consolato del Bénin a Napoli, ha avuto luogo la stipula di un protocollo di intesa per il progetto di ristrutturazione del Centro di Salute- Reparto Maternità di Akassato, in Repubblica del Bénin. Akassato è un distretto di circa 70.300 abitanti, situato nel comune di Abomey-Calavi, risulta essere la seconda città più popolosa. Il centro sanitario distrettuale di Akassato è composto da un ambulatorio, un’infermeria e da un reparto maternità. L’organico del centro è formato da 34 persone, compreso il personale amministrativo. Il Reparto di Maternità si compone di 9 ostetriche e di 3 aiuto infermiere. Il numero di parti mensile si avvicina ai 110 neonati: 1320 l’anno. La maternità del distretto di Akassato accoglie anche pazienti provenienti da altre località o distretti limitrofi che mancano di infrastrutture sanitarie. Gli edifici che ospitano il reparto maternità sono in uno stato di degrado e in condizioni allarmanti ed è difficile credere che al loro interno si possano far nascere dei bambini. Con spirito di solidarietà quattro Associazioni con il coordinamento del Consolato del Bénin a Napoli, nella persona del Console Giuseppe Gambardella, hanno deciso di unire le forze e donare un piccolo/grande sogno alle tanti madri e bambini che si trovano in degenza in reparto con un servizio sanitario moderno e adeguato alle loro esigenze. Dalle parole del Console Giuseppe Gambardella: Uno stimato ringraziamento a : – Associazione “Un sogno per il Benin Onlus”, presieduta dal direttore Giuseppe Paladino; – Associazione “Sorridi Konou Konou Africa Onlus”, nella persona del Presidente, professore Enrico di Salvo; – “Unione Nazionale Pro Loco in Italia- Comitato Provinciale di Salerno”, rappresentata dal dottor Mario De Iulis; – Associazione “Eudemonia” rappresentata dal professore Paolo Attianese ; – la poetessa Filomena Domini, in qualità di delegata della casa editrice “Il Saggio” e del dottor Basilio Fiorentino, autore del Libro “Aspettando che il tempo mi viva” e presidente dell’Associazione “Kalé”. E’ proprio vero: “ dopo il verbo “amare” , “aiutare” è il più bello del mondo”. Un grazie di vero cuore alle Associazioni per aver creduto (in particolar modo l’Associazione Sorridi Konou Konou Africa Onlus , nella persona del presidente , professore Enrico di Salvo e l’Associazione Un sogno per il Benin, nella persona del presidente, direttore Giuseppe Paladino, che da anni si battono per i più deboli ) per la seconda volta ad un altro sogno tanto grande quanto importante, confermando la loro disponibilità e credendo insieme in un futuro costernato di uguaglianza e di pace. Grazie a tutti coloro che costantemente sognano insieme a noi per un’Africa più docile ma soprattutto più forte, capace di donare attraverso il buon cuore di ogni napoletano, italiano, europeo, occidentale la giusta e solidale speranza in un mondo migliore.