Il console degli Usa al Salone del Libro di Napoli

137
In foto Mary Ellen Countryman, console degli Usa a Napoli

Un salone del libro fa sempre notizia e la cornice di un castello come S.Elmo , ha lasciato il segno nei visitatori e negli addetti ai lavori, così da Aprile a Giugno 2019 si e’ andato formando sempre di più il monito fondamentale di ripetersi per l’anno successivo. Quest’anno si e’ parlato di mafie e “ come riconoscere e contrastare l’area grigia” al Salone del libro e dell’Editoria di Napoli a Castel Sant’Elmo. All’iniziativa, organizzata dal Consolato americano a Napoli e dall’associazione Amerigo, sono intervenuti il Console Generale degli Stati Uniti d’America a Napoli Mary Ellen Countryman, il Coordinatore del Chapter Amerigo Napoli Edoardo Imperiale, che ha coordinato il dibattito, Cristina Posa (Magistrato di Collegamento presso l’Ambasciata degli Stati Uniti d’America), Giovanni Melillo (Procuratore Capo della Repubblica di Napoli), Diego Guida (editore e fra gli organizzatori di Napoli Citta libro) e gli autori del libro Stefano D’Alfonso, Docente di Diritto Amministrativo – Università degli Studi di Napoli Federico II, Aldo De Chiara, già Procuratore Generale vicario presso la Corte d’Appello di Salerno e Gaetano Manfredi, Rettore Università degli Studi di Napoli Federico II. Presenti fra gli altri anche il segretario generale di Amerigo Massimo Cugusi e il vicepresidente nazionale Gianluigj Traettino.