Il console della Bulgaria a Napoli premiato al Doc Italy

18
In foto Gennaro Famiglietti, ultimo a destra, riceve il premio

La sesta edizione del ‘Premio internazionale Doc Italy’, istituito dall’Andi-Associazione Nazionale Doc Italy, ha illuminato per il 2019 ancora il Palazzo Rospigliosi a Roma, di fronte al Palazzo del Quirinale. I premiati sono stati 13 alla presenza della Presidente dell’Andi, Tiziana Sirna. Varie personalità in gioco ma tutte considerate con l’impegno e la serietà che e’ dovuta, ricevendo un ritorno di successo .
I conduttori, come sempre, hanno svolto gratuitamente il loro impegno: la giornalista Rai Camilla Nata, e il conduttore di ‘Gustibus, programma in onda sulla 7, Anthony Peth. Essi hanno subito chiamato sul palco Fioretta Mari e Monsignor Luigi Casolini di Sersale. Il primo riconoscimento ha riguardato la consegna di una pergamena con una motivazione alla carriera per Rossella Izzo, al quale si è aggiunto un premio speciale del maestro Marco Orlandi, consegnato tra l’altro, a tutti i premiati. Tra i premiati il campano Domenico Raimondo Presidente del Consorzio della Mozzarella di Bufala Campana, e l’avvocato Gennaro Famiglietti, anche Direttore dell’Istituto di Cultura Meridionale di Napoli nonché Console Onorario di Bulgaria. A tal uopo le motivazioni del premio al Console sono state motivate dall’essere Ambasciatore del Meridione con la seguente attribuzione: “Per l’impegno profuso nella promozione e tutela del Meridione e delle Sue Eccellenze. Per la passione e la devozione grazie alle quali nel 1997 ha fondato l’Istituto di cultura Meridionale riuscendo a coinvolgere attivamente i più alti e qualificati nomi in campo culturale, artistico, economico e politico, al fine di puntare una luce sulle straordinarie realtà che caratterizzano il Meridione d’Italia, illuminandone il percorso e agevolandone la crescita”.